Fisco Italia, chiarimenti su fatturazione elettronica e soggetti non residenti

Nel 2019 entra in vigore in Italia l’obbligo generalizzato di fatturazione elettronica, a valere per la gran parte dei soggetti fiscali che operano cessioni di beni e prestazioni di servizi sia tra imprese che verso i consumatori finali. Il portale Fisco e tasse, cui si rimanda per ulteriori dettagli, ha pubblicato la scorsa settimana un chiarimento dell’Agenzia delle Entrate in risposta a una interpellanza fatta da una azienda con sede legale all’estero ma che ha partita IVA italiana con rappresentante fiscale nel paese.

La fatturazione elettronica è tassativa per tutte le operazioni effettuate tra soggetti residenti e stabiliti in Italia, che hanno l’obbligo di trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute verso e da operatori IVA al Sistema di Interscambio (SdI).

L’Agenzia ha spiegato che «per le operazioni effettuate nei confronti dei soggetti non residenti identificati in Italia (tramite identificazione diretta ovvero rappresentante fiscale), i soggetti passivi IVA residenti e stabiliti in Italia hanno l’obbligo, dal 1° gennaio 2019, di emettere le fatture elettroniche via SdI oppure di effettuare la comunicazione dei dati delle fatture ai sensi del comma 3-bis dell’articolo 1 del decreto legislativo n. 127 del 2015». Tuttavia, i soggenti non residenti non hanno «obbligo di accreditarsi al Sistema di Interscambio, vista l’inapplicabilità delle nuove regole di fatturazione elettronica al cessionario/committente non stabilito ma identificato».

In ogni caso, Fisco e tasse auspica che i chiarimenti sulla normativa dati dall’amministrazione fiscale, oggi sparsi su diverse fonti e fornite anche in occasioni di forum e incontri, siano al più presto riunificati in un documento unitario nella forma di circolare riepilogativa per una maggior accessibilità degli stessi.

(Red)

Foto Pxhere CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.