Analisti bancari, la stima della crescita del PIL viene ridotta al 3,8%

Gli analisti bancari hanno ridotto la stima della crescita del PIL slovacco di quest’anno al 3,8%, un valore in calo rispetto alla crescita del 4% prevista a gennaio. Questo risultato dell’indagine periodica di febbraio condotta dalla Banca Centrale Slovacca (NBS) tra gli analisti delle banche commerciali si accompagna alla leggera attenuazione delle aspettative sull’inflazione di quest’anno e sugli sviluppi del mercato del lavoro. Le stime ultime del tasso di inflazione previsto per il 2019, come annota l’agenzia Sita, sono scese al 2,4%, mentre la disoccupazione dovrebbe raggiungere il 6,2%.

Inoltre, gli analisti delle banche private hanno ridotto anche le aspettative per la crescita finale del PIL per il 2018, che l’ufficio statistico pubblicherà soltanto a marzo: nell’attuale indagine di febbraio, il PIL è atteso attestarsi al 4,1% per l’anno passato, due decimi di punto percentuale in meno del mese precedente. Diminuita anche la stima della crescita dell’occupazione (di un decimo di punto) all’1,1%, mentre la crescita dei salari dovrebbe essere del 6%.

(Red)

Illustr. geralt/BS

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.