Caso Kuciak: secondo il procuratore generale le prime incriminazioni tra qualche mese

Parlando domenica a un programma del canale tv TA3, il procuratore generale Jaromír Čižnár ha detto che le prime incriminazioni nel caso del doppio omicidio del giornalista Ján Kuciak e della sua fidanzata Martina Kušnírová dovrebbero essere presentate entro pochi mesi, «forse durante l’estate». Alla domanda se ci sia una conoscenza più chiara di chi ha ordinato gli omicidi, Čižnár ha risposto dicendo che esistono prove circostanziali, ma al momento non può essere più specifico. «Forniremo queste informazioni il prima possibile», ha affermato.

Secondo il procuratore generale l’indagine progredisce rapidamente e sta portando risultati. Egli ha ripetutamente dichiarato fiducia nei pubblici ministeri e nell’intera squadra investigativa, ma è rammaricato delle numerose fughe di informazioni. Čižnár  ha confermato che in questo caso sono partiti due procedimenti penali, e ha detto che le notizie trapelate non aiutano a proseguire l’indagine, anzi è il contrario. «Se l’informazione esce prima di essere verificata, non aiuta l’indagine», ha sottolineato. Egli ha fatto notare che alcuni procedimenti sono dovuti iniziare prima del previsto, sotto la pressione delle informazioni trapelate. Se così non fosse stato, ha dichiarato Čižnár, è possibile che oggi potremmo essere «più vicini a [scoprire] chi ha ordinato gli omicidi».

Secondo il capo della Procura generale, mentre arriva il primo anniversario degli assassinii, il 21 febbraio, gli investigatori dovrebbero essere in grado entro breve di spiegare le attività svolte finora, chiarendo in parte «quello che è successo, ciò che è stato fatto, i risultati che si sono raggiunti». Ha inoltre confermato che prima dell’omicidio il giornalista avrebbe dovuto essere rapito.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.