Nell’Anno di Štefánik la Slovacchia intensifica i rapporti con la Francia

Nell’anno in cui cade il centenario della morte di Milán Rastislav Štefánik, si intensificano i rapporti tra la Slovacchia e a Francia. La ministra slovacca della Cultura Ľubica Laššáková ha ricevuto la scorsa settimana l’ambasciatore francese Christophe Léonzi principalmente per un potenziale significativo accrescimento della cooperazione bilaterale come parte della celebrazione dell’Anno di M.R. Štefánik nel centenario della morte del diplomatico e scienziato slovacco, che fu generale dell’Armata francese, e la presentazione di Bratislava e della letteratura slovacca alla Fiera Internazionale del Libro “Livre Paris 2019”.

Laššáková ha confermato l’impegno finanziario di 350 mila euro stanziati dalla Slovacchia nel quadro dell’Anno Štefánik incluso anche un sostegno per la ricostruzione dell’osservatorio di Meudon (foto sotto), situato nella regione dell’Île-de-France a sud-ovest di Parigi, dove Štefánik fu attivo come astronomo all’inizio del XX secolo. Nel mese di marzo la ministra visiterà personalmente questo luogo legato alla figura del grande slovacco, e renderà onore al monumento dello statista che si erge nei pressi dell’osservatorio.

Léonzi ha informato il ministro che il 4 maggio 2019 saranno in Slovacchia, per presenziare alle celebrazioni per i cento anni dalla morte di Štefánik, i più alti funzionari del governo francese. Il lavoro e la personalità di Štefánik costituiscono un nostro patrimonio comune, ha detto l’ambasciatore di Francia, che ha ricordato che conferenze e mostre saranno organizzate dall’Istituto francese di Bratislava in occasione della ricorrenza.

La partecipazione slovacca alla fiera “Livre Paris 2019” permetterà di presentare al pubblico francese 800 titoli slovacchi, tra cui 25 libri tradotti in francese, una opportunità che il ministro intende cogliere per coinvolgere la comunità artistica francese su futuri progetti culturali. Lo sviluppo delle relazioni culturali è anche testimoniato, secondo il direttore dell’Institut français di Bratislava Jean-Pierre Jarjanette, da intense collaborazioni con partner slovacchi in settori come cinema, arti visive, teatro e musica. Inoltre, due gallerie franco-slovacche sono state recentemente aperte a Bratislava e sono in lavorazione due film di co-produzione, il film “Général” di Jérôme Cornuau, una biografia di M. R. Štefánik, e il dramma “Lubim do besnenia” che sarà presentato al Festival di Cannes 2020.

Nella seduta del 6 febbraio, il consiglio dei ministri ha dichiarato l’anno 2019 “Anno M.R. Štefánik”, nel corso del quale saranno realizzati numerosi eventi e progetti legati al ricordo di due anniversari importanti: il centenario della tragica morte di Štefánik a Ivanka pri Dunaji presso Bratislava il 4 maggio 1919 e il 140° anniversario della sua nascita a Košariská, vicino Brezova pod Bradlom, il 21 luglio 2020.

(Red)

Foto Min. Obrany SR
Serge Golovanow cc by sa

 

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.