Dall’Ue stop ai camion inquinanti: meno 30% di emissioni entro il 2030

Il Parlamento europeo e il Consiglio dell’Ue hanno raggiunto un accordo provvisorio su un regolamento che stabilisce, per la prima volta nell’Unione europea, norme rigorose in materia di emissioni di CO2 per i camion: «Nel 2030 le emissioni dei nuovi camion dovranno essere inferiori del 30% rispetto alle emissioni del 2019» ed entro il 2025 dovranno calare almeno del 15%. Si tratta di un accordo che fa seguito a quello raggiunto a dicembre sui nuovi standard di emissione di CO2 per autovetture e veicoli commerciali leggeri nell’Ue per il post-2020.

La lotta contro le emissioni derivanti dal trasporto su strada è un elemento fondamentale degli sforzi dell’Ue per raggiungere l’obiettivo di ridurre entro il 2030  le emissioni di gas serra di almeno il 40% rispetto ai livelli del 1990. Le norme sulle emissioni di CO2 per i camion completano il quadro legislativo dell’Ue per raggiungere questo obiettivo e, ricorda la Commissione Ue, «Fanno parte del contributo dell’Ue alla lotta contro il cambiamento climatico ai sensi dell’accordo di Parigi e della priorità della Commissione Juncker di un’Unione dell’energia resiliente e di una politica lungimirante in materia di cambiamenti climatici».

L’accordo, che rientra nella  serie di proposte legislative sulla mobilità pulita  presentate dalla Commissione europea, rappresenta anche un’occasione per modernizzare il settore europeo della mobilità e prepararlo alla neutralità climatica che l’Unione europea si è impegnata a raggiungere entro la seconda metà di questo secolo. In un comunicato la Commissione Ue sottolinea che «La nuova legislazione aiuterà gli obiettivi di emissione degli Stati membri, incentiverà l’innovazione, promuoverà soluzioni di mobilità pulita, rafforzerà la competitività dell’industria europea e stimolerà l’occupazione, riducendo al contempo i costi di consumo di carburante per gli operatori dei trasporti e contribuendo a migliorare la qualità dell’aria».

Ora il  testo del regolamento dovrà essere formalmente approvato dal Parlamento europeo e dal Consiglio. Una volta avallato da entrambi i co-legislatori, il regolamento sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione e entrerà immediatamente in vigore.

Il commissario europeo per l’energia e l’azione climatica, Miguel Arias Cañete, conclude: «Con il primo standard Ue sulle emissioni per i camion che è stato concordato, stiamo completando il quadro legale per raggiungere l’obiettivo europeo di ridurre le emissioni di gas serra di almeno il 40% entro il 2030. Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo ambizioso ed equilibrato. Oltre a portare risparmi di carburante per gli operatori dei trasporti e un’aria più pulita per tutti gli europei, i nuovi obiettivi e incentivi aiuteranno ad affrontare le emissioni di gas serrai. Per l’industria dell’Ue, questa è un’opportunità per accogliere l’innovazione verso una mobilità a emissioni zero e rafforzare ulteriormente la sua leadership globale nei veicoli puliti».

(Fonte greenreport.it)

Foto Markus Spiske CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.