Nuova legge sugli informatori, aprirà un ente apposito

Il presidente Kiska ha firmato la legge sulla protezione degli informatori che il Parlamento aveva approvato a fine gennaio. La nuova normativa prevede la creazione di un ufficio speciale – un organo indipendente dell’amministrazione statale con poteri a livello nazionale – con l’obiettivo di aumentare le garanzie a favore delle persone che segnalano irregolarità negli appalti pubblici e nelle procedure di assegnazione di commesse commerciali.

L’ufficio sarà chiamato a fornire protezione agli informatori – i cosiddetti whistlebowers – e una remunerazione, fornire pareri e consulenze di periti sull’applicazione del nuovo emendamento ed educare i cittadini sulla propria attività per dare modo ad altre persone di essere informate delle garanzie cui possono accedere nel momento in cui denunciano la corruzione. L’Ufficio sarà obbligato a produrre una relazione annua sulle sue attività da presentare al Parlamento, che dovrà anche eleggere il presidente del nuovo ente tra due candidati selezionati da una commissione di esperti.

(Red)

Foto xusenru CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.