Presidenziali: Mistrík e Čaputová sempre più vicini a Šefčovič

Ad appena un mese dal primo turno delle elezioni presidenziali un nuovo sondaggio reso noto ieri mostra che le distanze tra i candidati più popolari sono davvero minime. L’indagine dell’agenzia AKO, realizzata tra il 12 e il 15 febbraio su un campione di 800 persone, mostra che Maroš Šefčovič, attuale vice presidente della Commissione europea in quota Smer-SD, ma che si presente come indipendente seguendo una moda ormai in voga da anni in Slovacchia, avrebbe un consenso del 19,7%. Lo segue dappresso Robert Mistrík, co-fondatore del partito neoliberale Libertà e Solidarietà (SaS), che lo sostiene insieme al nuovo partito Spolu-Insieme, con il 18,2%, e con il 17,4% c’è l’avvocato e attivista Zuzana Čaputová, sostenuta dal partito Progresívne Slovensko di cui è vice presidente.

Il giudice della Corte suprema Štefan Harabin avrebbe il 12,1%, Marian Kotleba, leader dell’estrema destra di LSNS l’8,2%, il presidente di Most-Hid e vice presidente del Parlamento Béla Bugár il 6,5%, e Milan Krajniak, numero due del partito Sme Rodina, il 5,6%. Gli altri candidati rimangono sotto al 4%.

Agli intervistati è stato chiesto inoltre chi avrebbero scelto al secondo turno se a passare fossero Šefčovič e Mistrík o Šefčovič e Čaputová. In tutti i due casi l’eurocommissario avrebbe perso: Mistrík vincerebbe il duello con il 55,3% contro un 44,7%, e Čaputová otterrebbe il 54,9% al ballottaggio contro un 45,1% per Šefčovič.

Un accordo tra Robert Mistrík e Zuzana Čaputová prevedeva che chi dei due sarebbe stato avanti a un mese dalle elezioni si sarebbe ritirato, garantendo l’appoggio all’altro candidato. Ma Čaputová ha deciso di andare avanti comunque, non rispettando l’accordo, ritenendo il modesto vantaggio dell’altro candidato non sufficiente a prendere una tale decisione. Visti i risultati di questo sondaggio, Čaputová ha dichiarato che la sua decisione di continuare la campagna «è stata corretta». Lei non ha tuttavia escluso di uscire dalla battaglia all’ultimo minuto per sostenere il collega Mistrík, nel caso il quarto concorrente, Harabin, si facesse insidioso al punto da potersi delineare un’accoppiata vincente al primo turno tra Šefčovič e Harabin.

Il primo turno delle presidenziali si terrà il 16 marzo, e il ballottaggio è fissato per il 30 marzo.

(Red)

Foto El Coleccionista cc by sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.