Slovacchi in controtendenza, nel 2018 hanno fumato il 4% in più

Il consumo di sigarette nel mercato slovacco è aumentato del 4% nel 2018, vale a dire 6,9 miliardi di pezzi secondo i dati Nielsen. In soldoni, la crescita è stata del 7% a 1,1 miliardi di euro, dimostrando che gli aumenti delle accise sul tabacco non sono un sufficiente disincentivo e non aiutano a ridurre il fenomeno.

Quel che è peggio è che i fumatori in Slovacchia sono in aumento, soprattutto tra i giovani. L’aumento annuo corrisponde a 273 milioni di sigarette in più vendute da tabaccherie, super e ipermercati, negozi di alimentari e di altre merci, stazioni di servizio, bar e ristoranti. Il 17% degli slovacchi, tuttavia, si è ripromesso di smettere all’inizio dell’anno, un fenomeno ciclico che provoca tradizionalmente una flessione nelle vendite di sigarette nelle prime settimane di ogni anno.

Il consumo di sigarette è favorito dalla bella stagione, e le temperature dell’anno scorso, miti già ad aprile e fino ad ottobre, ha contribuito in modo significativo ad un aumento dei consumi. Il popolo slovacco sceglie di preferenza sigarette leggere, un segmento che vale il 58% delle vendite totali.

Il prezzo medio di un pacchetto di sigarette è aumentato di 10 centesimi nel 2018, a 3,30 euro. L’aumento negli ultimi cinque anni è stato di 42 centesimi, facendo cambiare le abitudini degli slovacchi, passati dai marchi più costosi a varianti più economiche. Il primo febbraio 2019 è scattato un ulteriore aumento di circa 10 centesimi a pacchetto.

(Red)

Foto freeimages.com CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.