Segni di ripresa della fiducia degli slovacchi in polizia e governo

Secondo l’ultimo sondaggio europeo sulla fiducia nelle istituzioni nei vari stati d’Europa, gli slovacchi hanno aumentato la loro fiducia nelle istituzioni nazionali. Se si considera le sole autorità di polizia, si è passati dal 38% di fiducia del marzo 2018, quando crollò in seguito all’omicidio del giornalista Jan Kuciak, al 45% registrato nel sondaggio Eurobarometro del novembre 2018. Siamo ancora molto lontani, tuttavia, dalla media UE che è pari al 72%.

Venendo alla politica, l’esecutivo slovacco ha la fiducia del 32% degli intervistati, mentre era soltanto il 21% a credere nel governo un anno fa. Anche il Parlamento slovacco ha guadagnato, otto punti in un semestre, dal 21% al 29%. L’esercito rimane l’istituzione più affidabile in Slovacchia: gode della fiducia del 59% degli intervistati (in UE la media è al 73%).

Gli slovacchi sono un po’ più ottimisti nei confronti dell’Europa: Il 43% si fida della Commissione europea e il 46% del Parlamento europeo. In generale, circa il 43% degli intervistati in Slovacchia ha fiducia nell’Unione europea, un dato poco sopra la media UE del 42%. In confronto al precedente sondaggio di aprile 2018 la fiducia è scesa di 1 punto percentuale, mentre è salita di 2 punti la quantità di intervistati che hanno sfiducia.

In Italia, la fiducia nell’Unione europea è rimasta al 36%, mentre è cresciuta di quattro punti rispetto all’indagine della scorsa primavera la percentuale di persone che tendono a non fidarsi di Bruxelles.

(Red)

Foto FB/Policia SR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.