Mike Pompeo in Slovacchia: nostra amicizia fondata su valori comuni

«È passato molto tempo da quando gli Stati Uniti hanno mostrato un interesse profondo per la Slovacchia», ha dichiarato questa mattina il segretario di Stato americano Mike Pompeo durante la sua visita a Bratislava. Un alto rappresentante Usa non si vedeva in Slovacchia dal 2005, quando George W. Bush sr. e Vladimir Putin si incontrarono faccia a faccia proprio nella capitale slovacca. Ed erano vent’anni che non veniva un segretario di Stato americano.

Il capo della diplomazia americana, che sta svolgendo un tour nell’Europa centrale (Slovacchia, Ungheria e Polonia) in occasione del trentesimo anniversario della caduta del muro, e per partecipare a un summit globale con focus sul Medio Oriente a Varsavia, è stato ricevuto al Palazzo presidenziale da Andrej Kiska, al Palazzo del governo dal primo ministro Peter Pellegrini, e si è poi recato poi a incontrare il ministro degli Esteri Miroslav Lajčák. Lo scopo del viaggio è soprattutto convincere gli alleati centroeuropei a resistere alle influenze cinese e russa nella regione, che si stanno facendo sempre più incisive.

In mattinata Pompeo ha tenuto un discorso pubblico (foto sopra) alla Porta della libertà, il monumento alle vittime del comunismo sotto alla rocca del castello di Devin, in cui ha sottolineato che il rapporto tra Slovacchia e Stati Uniti è stato costruito su valori comuni che devono essere preservati. Washington, ha detto, è pronto ad essere amico, partner e alleato della Slovacchia anche nei prossimi decenni.

Il funzionario americano, che ha incontrato i rappresentanti della Confederazione dei prigionieri politici slovacchi, ha elogiato il loro coraggio e ha detto di essere onorato di rendere un omaggio alla memoria di oltre 400 persone morte tentando di fuggire dal comunismo per cercare la libertà, ma sapendo di rischiare la vita. Monumenti come quello di Devin, ha rimarcato, devono assicurare che «non ci si dimentichi di che cosa è in gioco». Egli ha menzionato la sua esperienza da giovane soldato, quando pattugliava il confine con la Cecoslovacchia.

La Slovacchia «non è mai stata più indipendente e prospera di oggi», ma ci sono forze che minacciano i valori comuni, ha affermato, riferendosi all’aggressione della Russia che «mina la libertà su questo continente» e alla Cina, che «sopprime i diritti umani e sta aumentando la sua influenza all’estero». Pompeo ha detto che gli Usa intendono rafforzare il proprio impegno nella regione, proponendo accordi di cooperazione per la difesa e programmi di scambio. «Voglio essere sicuro che il popolo slovacco capisca che l’America c’è, siamo tornati».

La discussione con il capo dello Stato Andrej Kiska si è incentrata sulle sfide comuni di questo secolo a livello internazionale. Sul suo profilo Facebook, Kiska ha scritto che i due hanno concordato sul fatto «che l’Europa e gli Stati Uniti hanno bisogno l’uno dell’altro. Abbiamo parlato degli sviluppi nell’Unione europea, in Ucraina e anche delle relazioni con la Russia e la Cina. Il Segretario di Stato degli Stati Uniti ha apprezzato il fatto che la Slovacchia si sia seriamente impegnata ad aumentare le spese per la difesa e ad adempiere agli obblighi previsti sin dal nostro ingresso nella Nato». Nel messaggio, Kiska ricorda che gli Stati Uniti sono uno dei partner commerciali più importanti per la Slovacchia: le aziende statunitensi impiegano quasi 50.000 slovacchi.

EURÓPA A USA SA NAVZÁJOM POTREBUJÚPo 20 rokoch navštívil Slovensko americký minister zahraničných vecí. Žiadny štát,…

Uverejnil používateľ Andrej Kiska Utorok 12. februára 2019

Nella visita al capo del governo Pellegrini, Pompeo ha dibattuto di relazioni economiche e commerciali, di difesa e di cooperazione per la sicurezza. Pellegrini ha fatto notare al funzionario americano che la Slovacchia in questo momento è particolarmente impegnata in campo internazionale, e che dopo la presidenza dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite oggi il paese guida il Gruppo Visegrad, l’OSCE e l’OCSE. E anche che il governo slovacco ha aumentato in maniera significativa la spesa per la difesa e che gli Stati Uniti svolgono un ruolo importante nella modernizzazione delle Forze Armate slovacche.

Le nostre intense relazioni bilaterali, ha sottolineato il premier, sono supportate da importanti progetti di modernizzazione, investimenti statunitensi nell’economia slovacca e forti esportazioni slovacche negli Stati Uniti. Pellegrini ha notato che le oltre 120 società statunitensi in Slovacchia sono tra i principali datori di lavoro nel paese, e che le relazioni tra UE e Usa sono fondamentali anche per la Slovacchia, in quanto la forte industria del settore automobilistico nel paese potrebbe subire contraccolpi da eventuali embarghi alle esportazioni oltre oceano.

NÁVŠTEVA Z USADnes som na úrade vlády privítal ministra zahraničných veci USA Mikea Pompea. Vypočujte si krátky príhovor na úvod.

Uverejnil používateľ Peter Pellegrini Utorok 12. februára 2019

Oggi – adesso – Pompeo sta partecipando ad una conversazione organizzata da Globsec dal titolo “The Legacy of 1989: Courage to free”. Il segretario di Stato discuterà con un pubblico di giovani leader e studenti slovacchi commentando l’impressionante crescita economica e il progresso democratico raggiunti dal paese negli ultimi tre decenni.

The Legacy of 1989: Courage to be Free – Discussion with Michael R. Pompeo

Watch LIVE "The Legacy of 1989: Courage to be Free – Discussion with Michael R. Pompeo" #CourageToBeFree

Uverejnil používateľ Globsec Utorok 12. februára 2019

(La Redazione

Foto FB/US EmassySK, FB/Peter Pellegrini

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.