Lettera di un’espatriata in Slovacchia. «Voglio anch’io morire slovacca»

Gentile Buongiorno Slovacchia,

Vi scrivo in merito all’articolo di Sallusti ‘Moriremo Slovacchi’ riportato anche dal vostro giornale. Non voglio sollevare alcuna polemica, perché la pochezza delle argomentazioni e del contenuto di quell’articolo si commentano da sole.

Quel che vorrei fare con questa lettera è riflettere sul fatto che 1417 italiani non solo moriranno slovacchi…ma vivono come tali! È di qualche giorno fa la notizia che alla fine del 2018 lavoravano in Slovacchia 69.000 stranieri, di cui 1417 italiani. Vorrei solo spezzare una lancia a favore di questo piccolo Paese che ci ha accolto, che ci ha dato un’opportunità lavorativa di fronte al buco nero della sconcertante disoccupazione giovanile italiana. In Slovacchia lavorano imprenditori italiani, ristoratori (ormai si mangia bene quasi come a Napoli!), insegnanti, impiegati. Tanti di noi arrivano e vanno via, ma è grazie a questa prima opportunità che possono poi ‘rivendersi’ e farsi valere in giro per il mondo.

Questo piccolo Paese di ‘coltivatori di patate’ citando Sallusti è terzo nella classifica europea di previsione di crescita. L’Italia è ultima con un misero 0,2%. Sappiamo bene che la Slovacchia è un Paese in crescita e la sua ottima posizione deriva da questo. Ciò non toglie che quel posto da fanalino di coda italiano è il vero dato su cui riflettere. Aggiungerei anche gli enormi passi da gigante che la Slovacchia ha fatto in termini di welfare, il congedo parentale per madri e padri in primis. Questo non è un Paese perfetto, ma ci sta provando con tutte le sue forze e merita rispetto. Sicuramente ha il mio che sono emigrata qui da 5 anni e ho tutta l’intenzione di ‘morire slovacca’.

Cordiali Saluti,
Mara Piras

2 Commenti

  1. Da12 anni per metà slovacco, ci ho vissuto quasi 2 anni ma ci torno ogni anno perché metà della famiglia è slovacca. Trovo molto qualunquismo in questo articolo, ovvio, tutte le economie emergenti crescono tanto a differenza delle potenze quali Italia, Francia ecc.ecc. questione cibo, lasciamo perdere che ho letto assurdità. Amo e rispetto la Slovacchia ma è un articolo banale, sembra scritto da ragazzini. La Slovacchia ha problemi enormi se confrontati a quelli delle nazioni come la nostra.

  2. La Slovacchia, e voi di Buongiornoslovacchia lo sapete e conoscete i nostri casi, dall’Europa prende contributi che l’Italia solo si sogna, e probabilmente li spende (cosa che per demerito a volte l’Italia non fa) ma è un paese profondamente arretrato per quanto riguarda la gestione della giustizia. E’ un paese che fa spallucce a trattati internazionali e se ne beffa, ed a poco valgono nuove leggi circa il congedo parentale se poi in caso di conflittualità tra i genitori non vi è una difesa degli interessi dei minori. La classe dirigente del futuro si forma con rispetto e con capacità, provate solo a fare un giretto negli uffici dei servizi sociali slovacchi o provate a verificare i metodi scientifici che applicano al loro lavoro o provate ancora ad informarvi presso i tribunali slovacchi di come venga gestito il diritto di famiglia.
    Io scusatemi, non sono slovacco, sono italiano, il mio primo figlio è italo-slovacco, spero che entrambi moriremo italiani!

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.