Mezzo milione di morti in Europa ogni anno per l’aria inquinata

Ogni anno, 500mila europei muoiono prematuramente a causa dell’inquinamento dell’aria. I trasporti su strada emettono da soli il 18 per cento di questi inquinanti e sono responsabili del 39 per cento delle emissioni di ossido di azoto e del 10 per cento di polveri sottili.

Questo inquinamento atmosferico comporta, oltre a queste morti troppo numerose, importanti problemi di salute all’interno della popolazione europea, in particolare di natura respiratoria e cardiovascolare. La spesa in ambito sanitario generata dal trattamento di queste patologie è appena stata misurata e resa pubblica dall’Alleanza europea per la salute pubblica (Epha), un’organizzazione non governativa che riunisce più di 90 tra associazioni e professionisti in ambito sanitario. Questa spesa raggiunge i 62 miliardi annui. Una stima basata sui dati raccolti nel 2016 dal CE Delft, un centro di ricerca indipendente olandese, in nove paesi europei: Germania, Polonia, Spagna, Austria, Ungheria, Slovenia, Bulgaria, Romania e Estonia.

Se si considera l’insieme della spesa generata dall’inquinamento prodotto dalle automobili (spese sanitarie, ma anche quelle legate ai danni alla biodiversità, le costruzioni o ancora l’agricoltura), questa somma raggiunge i 66,7 miliardi di euro annui. E la maggior parte di queste spese sono riconducibili ai veicoli a diesel, responsabili dell’83 per cento di questi costi.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Per ottenere queste stime, il centro CE Delft si è anzitutto basato sulla norma europea di calcolo delle emissioni di inquinanti dei veicoli (Copert). Hanno poi svolto gli stessi calcoli prendendo come riferimento le misurazioni realizzate all’interno del progetto True (The Real Urban Emissions Initiative), progetto messo a punto dal Consiglio internazionale per i trasporti puliti (Icct) – l’Ong all’origine del dieselgate – che registra i livelli di inquinamento in contesti reali. E queste misurazioni sono ben superiori. Di circa il 20 per cento.

[…] Leggi il resto su Vox Europ

 

Foto Aleksejs Bergmanis CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.