Bolzano, ergastolo confermato per donna ceca che avvelenò il marito (video)

È stata confermata dalla corte di appello di Bolzano la pena all’ergastolo già comminata due anni fa nel primo grado di giudizio per Jana Surkalova, donna ceca 43enne accusata dell’omicidio volontario del marito italiano agricoltore, di cinque anni più anziano, avvelenandolo con un mix letale di vodka e metanolo nel dicembre 2013. Il fatto avvenne a Laives, comune di 17mila abitanti nella provincia autonoma di Bolzano.

Secondo il verdetto, Surkalova aveva deciso di uccidere il marito per incassare l’assicurazione sulla vita, che in realtà era già scaduta alla data del fatto, e allo stesso tempo liberarsi di lui per poter continuare la relazione con un altro uomo in Repubblica Ceca. A incastrarla definitivamente le ricerche che aveva fatto su internet su come preparare il veleno.

Le indagini hanno appurato che nel sangue della vittima erano presenti 190 grammi di metanolo per litro, mentre il limite tollerabile per gli esseri umani è 40. Secondo l’accusa, la donna aveva preparato tutto per far sembrare naturale la morte del marito. La difesa ha annunciato l’appello in Cassazione, e forse alla Corte europea per i diritti umani, continuando a ripetere che l’uomo avrebbe bevuto il metanolo per errore mentre la moglie non era in città.

OMICIDIO AL METANOLO, RICORSO DELLA DIFESA

OMICIDIO AL METANOLO, RICORSO DELLA DIFESALa difesa di Jana Surkalova ha depositato oggi il ricorso in appello contro la condanna all’ergastolo per l’omicidio del marito

Uverejnil používateľ RTTR ALTO ADIGE Pondelok 29. januára 2018

(Red)

Foto succo CC0

3 Commenti

  1. Buongiorno, il Vostro articolo sulla condanna per omicidio della cittadina ceca contiene alcune inesattezze, soprattutto per quello che riguarda la nostra linea difensiva che NON è quella scritta da Voi, forse per aver avuto informazioni sbagliate da chi ha seguito il processo: in udienza gli argomenti sono stati diversi ed esposti uno per uno e sarà sulla base di questi che si andrà in cassazione. Grazie

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.