Il Parlamento supera il veto del presidente sulla legge sul gioco d’azzardo

Il Parlamento ha annullato martedì il veto del presidente Andrej Kiska votando e approvando nuovamente la legge sul gioco d’azzardo preparata dal ministero delle Finanze. Passata dal Parlamento il 4 dicembre, la nuova normativa, più severa, che dovrebbe entrare in vigore da marzo 2019, ridefinisce la struttura e gerarchia delle licenze per casinò e slot machines, definendo altresì le nuove specie, come il gioco d’azzardo online, con le modalità per le società private nazionali e dell’Unione europea (e questa è una novità) per richiedere licenze di gioco sul web. Oggi è la compagnia nazionale di lotterie Tipos ad avere il monopolio del funzionamento di questi giochi, con il nuovo regolamento sarà creato un nuovo Ufficio di regolamentazione per il gioco d’azzardo. Inoltre, il provvedimento aumenta la protezione dei giocatori e cambia alcune regole per il funzionamento del gioco d’azzardo su internet.

Il presidente, della Repubblica ritiene che la legge approvata non tenga conto del fatto che il sistema giuridico slovacco sancisce valori e principi costituzionali che richiedono una regolamentazione molto più approfondita della gestione degli operatori del gioco d’azzardo che va oltre lo scopo del disegno di legge.

L’iniziativa popolare Zastavme Hazard (Fermiamo l’azzardo) aveva chiesto al Parlamento di accettare il veto del presidente Kiska e non dare sostegno alla legge. Gli attivisti avvertono che così come è scritto, il provvedimento non fornisce alcuna protezione sistemica ai giocatori e alle loro famiglie ed è pertanto inaccettabile.

(Red)

Foto markybon cc by sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.