Bratislava, dal 15 febbraio grandi restrizioni al traffico nella capitale

Dal 15 febbraio 2019 a Bratislava saranno imposte restrizioni al traffico che avranno un grande impatto sui movimenti e in generale sulla vita dei cittadini. Tra breve partirà una campagna di informazione delle autorità locali della capitale slovacca allo scopo di invitare le persone a viaggiare in particolare con i mezzi pubblici, per cercare di alleviare almeno in parte gli ingorghi e la difficile situazione che si verrà a creare per la mobilità urbana e non solo. Il quartiere più colpito sarà Ruzinov, e la zona rossa è compresa tra le strade Gagarinová, Landererová e Bajkalská, ma anche altre zone cittadine subiranno delle conseguenze.

A creare il problema sono i lavori di costruzione della nuova tangenziale, ovvero del sistema di viabilità veloce composta dalle autostrade D4 e R7, che si aggiungono alla prevista ricostruzione della strada Mlynské Nivy ai bordi del centro storico, che già dallo scorso lunedì 14 gennaio è stata parzialmente chiusa ma che subirà una completa interdizione alla circolazione per sei mesi (e per altri sei riservata solo agli autobus), e a lavori sul raccordo di accesso al Prístavný most, il Ponte del porto, che accoglie anche il traffico autostradale di passaggio sul territorio cittadino. Qui i lavori, suddivisi in sei fasi, dureranno per due anni (nella visualizzazione più sotto il suo aspetto futuro).

Visualizzazione della nuova strada Mlynské nivy

Diverse rampe di accesso al ponte sulla sponda nord del Danubio, un punto nevralgico dell’intera viabilità cittadina, saranno chiuse (vedi immagine sotto) per chi si dirige verso Slovnaft e la strada Prístavná ulica, e sono previste diverse deviazioni.

Prístavný most, le strade in rosso saranno chiuse da metà febbraio 2019

Secondo quanto affermato dal sindaco di Bratislava Matúš Vallo in una conferenza stampa insieme ai sindaci di quartiere interessati, la densità di traffico sulla strada Bajkalska è stimata aumentare del 200%: vi transiteranno infatti tre volte il numero attuale di automezzi. Se già oggi quell’arteria essenziale per la città, direttamente collegata con l’attuale sistema di circonvallazione della capitale, è afflitta da imbottigliamenti due volte al giorno, nelle ore di punta del mattino e della sera, tra poche settimane le code perdureranno presumibilmente per tutto l’arco della giornata.

Con la mira di ridurre le problematiche conseguenti alle chiusure delle strade, le autorità comunali e di polizia municipale hanno stilato un piano per l’adozione di misure sostitutive, che daranno la priorità assoluta al trasporto pubblico locale e regionale, per garantire corsie preferenziali e la puntualità delle linee di autobus.

Saranno poi aggiunte due nuove linee di autobus sulla strada Gagarinová, che saranno usate da mezzi di trasporto pubblico urbani e suburbani. Il consiglio comunale intende poi aumentare la capacità del parcheggio scambiatore vicino al cimitero di Vrakuňa, e creare una nuova zona di parcheggi in via Baltská, mentre è alla ricerca di altre aree dove si potrebbero creare nuovi parcheggi di scambio.

Nell’ambito delle operazioni di preparazione della polizia all’emergenza, il traffico sarà controllato anche da un elicottero e da sistemi di telecamere agli incroci. Pattuglie della polizia saranno presenti nei luoghi chiave e sono in arrivo rinforzi di agenti dai dipartimenti regioneli di Prešov, Košice, Banská Bystrica e Žilina.

(La Redazione)


Immagini: bratislava.sk

Foto gs1703 CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.