Domenica 21 la beneficenza del Christmas Bazar al PKO di Bratislava

Domenica 21 Novembre apre alle 10, con importanti presenze istituzionali, la ventesima edizione del Christmas Bazar organizzato dall’International Women’s Club di Bratislava. Si tratta del più grande evento congiunto della comunità diplomatica internazionale, e del maggior evento di beneficenza in Slovacchia. Tutto il denaro ricavato con gli ingressi, la vendita di merci e dei biglietti della lotteria, oltre a tutte le sponsorizzazioni e donazioni, verranno utilizzati per scopi benefici durante il 2011 esclusivamente in Slovacchia. Ognuno dei Paesi che hanno una rappresentanza ufficiale diplomatica in Slovacchia ha la possibilità di esporre e vendere gastronomia, gadgets, oggetti tipici della propria Nazione.

Il team dell’Italia è composto da un gruppo agguerrito di signore, alcune delle quali sono attive da lunga data per rendere la bancarella italiana la più interessante del Bazar, e sembra che ci siano riuscite: lo stand dell’Italia è da anni il più frequentato (e quello che ha più incassato) negli ultimi anni. Anche quando non è stato il primo, si è comunque sempre piazzato tra i primi tre. E questo risultato lo si deve certamente alla grinta del team del Belpaese, ma anche alla peculiarità dell’Italia e all’appeal che i prodotti italiani (se non altro la gastronomia) producono sul pubblico. Ad attendere i visitatori allo “Stand Italia” saranno (in rigoroso elenco alfabetico-per nome) Cecilia Gulli, Dagmar Sabolova-Princic, Giulia De Matteis, Luisa Conti, Marina Ruffinazzi-Leue, Silvia Ribis e Teresa Cotugno. Alcune di loro, come Silvia, hanno già partecipato all’organizzazione del Bazar anche 15 volte, un bel record.

La “mission” del team non è sicuramente delle più semplici, devono infatti convincere le aziende italiane ad offrire prodotti appetibili, o a cederli ad un prezzo quantomeno amichevole, oppure a fare una offerta in denaro, che viene poi reinvestita in acquisti mirati di prodotti che verranno venduti al Bazar e frutteranno molto di più.

Il gruppo ha iniziato ad incontrarsi ad Ottobre per suddividersi il lavoro di promozione e le visite alle aziende. Fortunatamente la beneficenza è un tema ancora sentito dagli imprenditori italiani in Slovacchia. Infatti, nonostante i tempi non permettano di essere  munifici come in passato, molti, e tra loro alcune persone e aziende molto note nella comunità italiana, sono ancora generosi.

I criteri con i quali i fondi raccolti vengono distruibiti sono abbastanza stringenti. L’International Women’s Club riceve richieste durante l’anno dai più vari organismi, pubblici e privati (ONG). Il Charity committee del Club, diretto dalla nostra connazionale Diana Cristarella, valuta le varie richieste e, dopo accurate visite personali alle strutture richiedenti per determinarne l’effettiva fondatezza, decide come utilizzare i fondi. Generalmente il denaro viene speso per l’acquisto di beni durevoli, come attrezzature, e spesso per orfanotrofi, ospedali e strutture sanitarie. La clinica pediatrica dell’ospedale di Kramare a Bratislava, per esempio, è stata una delle strutture beneficiate.

Dunque appuntamento per Domenica al centro PKO di Bratislava (Nabrezie arm.gen. L.Svobodu, 3), dalle 10 alle 16. Inaugurazione con la First Lady Silvia Gasparovicova e rappresentanti del corpo diplomatico straniero.

Qui il poster dell’evento: http://www.iwc.sk/christmas-bazaar-poster/.

(PS)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.