Automotive, nel 2018 in Slovacchia prodotte 1.080.000 vetture

I quattro stabilimenti automobilistici della Slovacchia nel 2018 hanno prodotto 1.080.000 autovetture, la cifra più alta di sempre. Lo dice, come riporta Webnoviny,  l’Associazione dell’Industria Automobilistica della Repubblica Slovacca (ZAP SR) riferendosi ai dati preliminari comunicati da Volkswagen Slovakia (foto sopra), Kia Motors Slovakia, PSA Group Slovakia e Jaguar Land Rover (foto sotto). Con questi numeri, la produzione di auto sale al 46,6% della produzione industriale totale in Slovacchia e rappresenta il 35% dell’export  industriale del paese. Anche nell’anno appena concluso la Slovacchia ha mantenuto il primo posto al mondo – 198 – per numero di auto prodotte ogni 1.000 abitanti.

Nel valutare in modo estremamente positivo il 2018, l’associazione avverte che l’industria dell’auto cambierà in maniera significativa nel prossimo futuro, e che il 2019 sarà un esercizio estremamente difficile. Da affrontare ci sono i problemi legati a un ulteriore progresso del comprato e alla salvaguardia della competitività a livello globale, questioni che sono state discusse anche con il primo ministro e i ministri interessati del governo in carica. Il dialogo con l’esecutivo ha portato all’approvazione di misure di semplificazione per risolvere la disponibilità di manodopera qualificata e per lo sviluppo del sistema duale di istruzione (scuola-lavoro). ZAP nota l’ottenimento di un importante riconoscimento da parte del governo con l’inclusione della Federazione delle associazioni dei datori di lavoro (APZ) nel Consiglio economico e sociale, principale attore del dialogo sociale nel paese, una novità grazie alla quale ZAP ha potuto partecipare attivamente alla preparazione della politica economica e ambientale, allo sviluppo dell’elettromobilità e alla preparazione dello sviluppo della ricerca applicata e dell’innovazione in Slovacchia. Allo stesso modo, ZAP ha partecipato alla definizione delle norme di apertura del mercato del lavoro ai lavoratori di paesi terzi per sopperire alla carenza di manodopera.

Quest’anno, afferma l’associazione, l’industria automobilistica sarà impegnata a prepararsi alle sfide del settore a livello mondiale, e specificamente riguardo alla legislazione sulla riduzione delle emissioni e allo sviluppo di vetture più verdi. È però necessario, nota ZAP, rimuovere l’instabilità e la scarsa prevedibilità del contesto aziendale, allo scopo di garantire la competitività dell’industria nazionale anche in futuro. Servono un freno all’aumento del costo del lavoro, un crescita delle attività di ricerca e sviluppo, una maggior collaborazione tra università e industria.

(La Redazione)

Foto vw.sk, fb/pellegrini.peter

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.