Sostegno statale a cinque investimenti nei distretti meno sviluppati

Dopo un 2018 positivo per l’economia slovacca, in cui tra le altre cose è stata aggiornata la normativa per gli incentivi agli investimenti, il ministero dell’Economia ha già registrato circa 70 progetti di investimento per l’introduzione di nuove tecnologie e industria intelligente in Slovacchia da considerare nel 2019. Tra le ultime attività dell’anno passato, il ministro Peter Žiga, convinto che gli aiuti governativi a progetti di investimento ad alto valore aggiunto e a quelli per le regioni meno sviluppate siano fondamentali per la crescita economica del paese, ha presentato proposte di sostegno per cinque progetti industriali. Le proposte, approvate dal consiglio dei ministri nella seduta di mercoledì 12 dicembre, che valgono complessivamente investimenti per 29 milioni di euro, promettono di creare oltre 470 nuovi posti di lavoro nei distretti meno sviluppati del paese.

Gli aiuti di Stato sono stati concessi alle società Schelling Slovakia, Lopas, Schur Flexibles Moneta, Miba Sinter Slovakia e Intercable per espansione di impianti industriali esistenti e la costruzione di nuovi stabilimenti. Secondo la nuova legge per il sostegno degli investimenti regionali, lo Stato fornirà il 90% dell’aiuto sotto forma di sgravi fiscali.

Schelling Slovakia, filiale del gruppo austriaco che produce strutture in acciaio pesante e parti di macchine, intende espandere la propria produzione a Kechnec nel distretto di Košice-okolie, dove oggi lavorano 160 persone. L’azienda ha pianificato la creazione di 40 nuovi posti di lavoro con un investimento di 6,4 milioni di euro, di cui 900.000 saranno forniti dallo Stato – 300.000 euro sotto forma di sussidi per l’acquisto di immobilii e 600.000 come detrazione fiscale.

La società austriaca Lopas s.r.o. prevede di costruire un impianto per la costruzione di case verdi prefabbricate a Lučenec nella regione di Banská Bystrica. L’investimento creerà 17 nuovi posti di lavoro in uno dei distretti meno sviluppati con alto tasso di disoccupazione. Il sostegno statale sarà pari a 218.000 euro, di cui un contributo di 37.000 euro per l’acquisto di macchinari, 135.000 euro per la creazione di nuovi posti di lavoro e la concessione di detrazioni fiscali per 46.000 euro.

L’obiettivo del piano di investimenti di Schur Flexibles Moneta s.r.o. è l’espansione della produzione di materiali di imballaggio per l’industria dolciaria nello stabilimento di Trebišov, nella regione di Košice. L’investimento, che creerà almeno 15 nuovi posti di lavoro, ha ottenuto un sussidio per 220.000 euro finalizzati all’acquisto di immobilizzazioni.

Miba Sinter Slovakia, presente con uno stabilimento a Dolný Kubín, regione di Žilina, intende espandere la sua capacità produttiva di componenti verniciati a polvere per il settore automobilistico. La fabbrica produrrà anche strumenti per tutti gli impianti del gruppo con tecnologie innovative basate sull’industria intelligente. La società prevede di investire 14,5 milioni di euro e creare 160 nuovi posti di lavoro. Il sostegno statale dovrebbe ammontare a 3,2 milioni di euro.

Infine, dell’azienda italiana Intercable diciamo in un altro articolo.

(BDE, Red)

Foto GotCredit cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.