Approvati incentivi statali per 2,5 milioni all’italiana Intercable

L’azienda italiana Intercable progetta la costruzione di un impianto per la produzione di componenti per auto elettriche e ibride nel villaggio di Kriváň (distretto di Detva), nella regione di Banská Bystrica. Secondo il ministro Žiga, questo investimento, che è il più rilevante in termini di offerta lavorativa e fornirà importanti opportunità di lavoro nella regione prevedendo l’occupazione di 240 lavoratori nei prossimi quattro anni, assumerà anche un ruolo strategico nel settore automobilistico slovacco. La società ha previsto una spesa di 7,1 milioni di euro, di cui 2,5 milioni di euro saranno forniti dallo Stato sotto forma di sgravi fiscali.

Intercable, che ha il quartier generale a Brunico in Alto Adige, punta sulla fabbricazione di dispositivi ad alta tensione per il trasferimento di elettricità dagli accumulatori ai motori elettrici per veicoli elettrici e ibridi. Si è trasferita nell’attuale sede a Kriváň  nel gennaio dello scorso anno, e ha iniziato assumendo 45 persone, una parte delle quali sono state ospitate per la formazione presso la casa madre italiana.

Secondo quanto detto dal direttore operativo dell’azienda in Slovacchia qualche mese fa, la fabbrica produrrà componenti per modelli elettrici per lo stabilimento automobilistico di Trnava della francese PSA (Peugeot-Citroën). L’azienda già serve acuni nomi noti del campo automobilistico, tra i quali Tesla, Volkswagen, Audi, Mercedes, Fiat. La scelta del villaggio di Kriváň, che si trova sulla direttiva veloce R2 a metà strada tra le città di Zvolen e Lučenec, è stata giudicata favorevole dagli italiani, che hanno valutato positivamente anche a cultura industriale dei lavoratori locali.

(La Redazione)

 

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.