Un turista italiano aggredito a Natale nel centro di Bratislava

Il giorno di Natale un turista riminese di 32 anni in visita a Bratislava è stato colpito da un pugno violentissimo all’uscita di un noto pub del centro. Lo riporta il sito della Camit riprendendo una notizia del Resto del Carlino, edizione di Rimini. Portato in ospedale, è rimasto in stato di incoscienza per diverse ore. Secondo la polizia potrebbe trattarsi di un episodio di knockout game, una triste moda importata dagli Stati Uniti: si colpisce con un pugno violentissimo in faccia uno sconosciuto, possibilmente mentre esce da un locale, e poi o lo si fotografa o lo si filma e lo si mette su Youtube. Il ragazzo portato in ospedale non ricorda nulla ma i suoi compagni, non potendo andare in ambulanza con lui, lo perdono di vista per ore non sapendo in quale ospedale fosse stato trasportato. Il Resto del Carlino, che ha intervistato il giovane, ha ottenuto la seguente dichiarazione che getta ombre su alcune guardie dell’ospedale di Bratislava.

«Loro due (ndr: i due amici non caricati nell’ambulanza) sono costretti a prendere un taxi ed a vagare per la città alla mia ricerca. Io non ricordo nulla». «I miei amici, finalmente, mi trovano. Nessuno vuole dare loro spiegazioni sulle mie condizioni di salute e subiscono un ricatto: per riavere indietro i miei documenti, i militari che sono a guardia della struttura, chiedono loro 500 euro. Gliene consegnano 375, poi mi caricano in auto e andiamo via. Io non ricordo nulla. Durante il tragitto verso l’Italia, riprendo conoscenza. Ci fermiamo all’ospedale di Gorizia dove vengo sottoposto alla Tac ed altri esami. È tutto negativo. Stavolta mi è andata bene. La posso raccontare».

 

Foto phtorxp CC0

1 Commento

  1. L’articolo del carlino parla del 24 dicembre sera ..quando tutti i locali sono già chiusi … poi … 500 € per cosa ? mah …. si saranno sbronzati e chissà che altro … notizia dubbia

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.