Sergio Tazzer all’IIC di Praga: “Cecoslovacchia e Italia, cent’anni di storia”

Il 22 gennaio dalle 18.00 verrà presentato all’Istituto italiano di Cultura di Praga il volume di Sergio Tazzer “Cecoslovacchia e Italia, cent’anni di Storia” (Kellermann, 2018). L’iniziativa,  promossa dall’Ambasciatore d’Italia Francesco Saverio Nisio e dal Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Giovanni Sciola, si svolge in occasione delle celebrazioni per il Centenario dell’apertura dell’Ambasciata d’Italia a Praga e dell’avvio delle relazioni diplomatiche tra Roma e la Cecoslovacchia. La presentazione vedrà affiancarsi Pavel Helan, docente all’Università Karlova, all’autore Tazzer, già giornalista Rai e autore di numerosi scritti relativi a Cecoslovacchia e Italia, nonché presidente del Cedos, il Centro di documentazione storica sulla Grande Guerra di San Polo di Piave.

La Cecoslovacchia nacque il 28 ottobre 1918, dalle ceneri della duplice monarchia austro-ungarica. L’idea dell’indipendenza nazionale e dell’unione dei popoli ceco, slovacco, moravo e slesiano fu l’impegno della vita intellettuale e politica di Tomáš Garrigue Masaryk, aiutato da nobili spiriti, il più importante dei quali fu lo scienziato slovacco Milan Rastislav Štefánik. Il sostegno dell’Italia alla stabilizzazione della nuova repubblica fu reale ed incontestabile. Le vicende politiche e diplomatiche che seguirono non furono all’altezza delle premesse. Il libro tratteggia aspetti della storia cecoslovacca, dalla prima alla terza repubblica, sino alla liberazione dal regime comunista, con la rivoluzione di velluto, e la separazione – anch’essa di velluto – nelle attuali Repubblica Ceca e Slovacca.

_
Martedì 22 gennaio 2019, ore 18.00
Istituto Italiano di Cultura, Šporkova, 14, Praga 1
Entrata libera fino ad esaurimento dei posti

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.