Entro l’autunno 2019 sarà legge la protezione legale dei giornalisti

Entro il prossimo autunno al più tardi dovrebbe essere introdotta come emendamento alla legge sulla stampa la protezione legale dei giornalisti, ha dichiarato a fine anno il ministro della Cultura Ľubica Laššáková (Smer-SD), chiarendo che il primo compito della modifica legislativa sarà quello di introdurre una definizione di ciò che è un giornalista. Si discuterà ad esempio di questioni come i blogger – se siano o meno da considerarsi giornalisti – e il giornalismo d’inchiesta – se basti per essere così definiti andare in giro con una telecamera e infastidisce la gente che sceglie di intervistare. Tutti temi che secondo il ministro sono già materia di discussione anche in altri paesi europei.

Per rinnovare la legge sulla stampa il ministero della Cultura ha coinvolto una serie di organizzazioni di giornalisti, enti governativi e autorità di polizia che sono state inglobate in un gruppo di lavoro di 15 membri incaricato di mettere nero su bianco una proposta di definizione dello status speciale del giornalista dal punto di vista della protezione delle fonti, ma anche la definizione dello status dei media online che la normativa vigente non riconosce ancora. A supervisionare la cosa sarà il comitato media del Consiglio di governo per la cultura.

Una volta trovata la definizione del ruolo e status del giornalista, interverrà sul testo la Procura generale e in seguito il ministero della Giustizia che prepareranno il testo di emendamento al codice penale per la protezione dei giornalisti.

(Red)

Foto Alexas_fotos CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.