Ministro delle Finanze Kažimír: la Slovacchia ha fatto meglio del previsto nel 2018

In una conferenza stampa congiunta di inizio anno il ministro delle Finanze slovacco Peter Kažimír (Smer-SD) ha descritto il 2018 come un anno di risultati particolarmente positivi. Il deficit pubblico nel 2018 ha raggiunto la cifra di 1,182 miliardi di euro, nonostante il bilancio statale approvato dal Parlamento prevedeva un deficit di 2 miliardi: il disavanzo effettivo, ha spiegato il ministro, è dunque stato inferiore di 800 milioni – ovvero del 40% – rispetto al previsto. Questo è stato possibile, ha aggiunto Kažimír, grazie a una combinazione di maggiori ricavi (600 milioni) e minori spese (200 milioni).

Nel complesso, le entrate dello Stato sono state superiori di 1,367 miliardi di euro (+9,8%), e le spese sono aumentate per 1,39 miliardi (+8,7%). L’incremento di entrate fiscali è stato di 813,8 milioni di euro (+7,3%). La raccolta di Imposta sul valore aggiunto (Iva) è stata più efficiente, con entrate aggiuntive per 341 milioni di euro, grazie a una migliore domanda interna. Altri 329 milioni di euro più delle previsioni sono stati incassati dalle imposte sul reddito delle società. Mentre sono diminuite nel 2018, ha spiegato Kažimír, le entrate per imposte sul reddito da lavoro autonomo, ritenute alla fonte sui dividendi e accise su oli minerali.

Uno sviluppo positivo è stato registrato anche nelle entrate dal bilancio UE, cresciute di 747,2 milioni di euro (+52,5%). Dal lato delle spese, i maggiori risparmi sono stati ottenuti grazie a un trasferimento per quasi 150 milioni alla società statale di assicurazioni sociali Sociálna poisťovňa, e una riduzione della spesa per il servizio del debito pubblico per 32 milioni.

(La Redazione)

Foto EU2016SK CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.