Il premier Pellegrini porta gli auguri ai soldati slovacchi in Afghanistan

I soldati slovacchi dislocati in Afghanistan per la missione Resolute Support della NATO hanno ricevuto ieri una visita speciale: il primo ministro Peter Pellegrini è giunto con il ministro della Difesa Peter Gajdoš e il Capo dello Stato Maggiore Daniel Zmeko portando un albero di Natale, regali e ingredienti per la tradizionale zuppa di crauti natalizia. Il premier ha detto che dobbiamo ringraziare e avere profondo rispetto per queste persone «che rischiano la loro vita e rappresentano il nostro paese in modo così dignitoso. Siamo loro grati a loro per aver migliorato la reputazione della Slovacchia».

I 36 soldati delle Forze armate slovacche presenti oggi in Afghanistan hanno compiti di consulenza per le forze speciali e dell’aviazione afgana, e forniscono formazione medica al personale militare. Complessivamente sono 358 i soldati slovacchi che hanno prestato servizio a rotazione in Afghanistan dall’inizio della missione. In questo momento le Forze armate del paese hanno 474 militari presenti in missioni straniere, e in totale 18.500 di loto hanno già prestato servizio in tali missioni all’estero dall’indipendenza della Slovacchia nel 1993.

Il ministro Gajdoš ha inoltre distribuito sul posto aiuti umanitari ai bambini della città afghana di Mazar-e-Sharif. Gli aiuti per una somma di 27mila euro, consistono in particolare di 540 divise scolastiche per i bambini e arredi per le scuole della città. Secondo il ministero degli Esteri slovacco, oltre a un deterioramento della situazione generale di sicurezza nel paese, anche l’analfabetismo sta aumentando drasticamente. I bambini istruiti offrono speranze di un futuro migliore per l’Afghanistan, afferma il ministero.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.