Dal 15 dicembre via alla vendita dei contrassegni autostradali 2019

Parte da sabato 15 dicembre la possibilità di acquistare le vignette per il pedaggio autostradale valide per il 2019. Come ha annunciato la Società delle autostrade nazionali (NDS), i prezzi per i contrassegni 2019 rimangono invariati rispetto agli ultimi anni: 50 euro per il bollino annuale, 30 euro per un mese e 10 euro per la vignetta da dieci giorni, incluso il giorno di validazione. I bollini sono validi su tutta la rete nazionale slovacca di strade a pedaggio.

I contrassegni, che da un paio di anni sono soltanto elettronici, e dunque non devono più essere esposti, si possono pagare online, attraverso il portale internet eznamka.sk, con l’applicazione mobile “eznamka” (per iOs e Android) oppure presso i diversi punti vendita fisici, presenti soprattutto nelle stazioni di servizio e ai valichi di frontiera. Gli addetti al controllo della polizia stradale sono in grado di controllare la validità del pagamento del contrassegno inserendo nel sistema la targa del mezzo.

Il sistema vale per gli autoveicoli – veicoli a motore a due assi – fino a 3,5 tonnellate di peso, ma anche per i veicoli di categoria M1 (fino a 9 posti) a prescindere dal peso. Dovranno avere una propria vignetta anche i carrelli di categoria O1 e O2 a rimorchio di un autoveicolo se il totale dei due mezzi supera le 3,5 tonnellate. I mezzi superiori ai 35 quintali, vale a dire pullman e camion di qualunque misura e peso, si devono dotare del sistema di pedaggio elettronico eMyto, con l’installazione del dispositivo sul mezzo.

Le esenzioni dalla vignetta sono valide sono per casi particolari: mezzi di servizio dei ministeri degli Interni e Difesa, Forze armate, polizia e forze di sicurezza, mezzi di emergenza, pompieri, ambulanze, servizi sociali, mezzi di persone con gravi disabilità, autoveicoli storici, che devono comunque essere registrati nel sistema.

La Slovacchia si è attivata negli ultimi anni per cercare di limitare l’evasione del pedaggio da parte di automobilisti straneri che usano le autostrade e superstrade slovacche senza pagare il contrassegno. Proprio pochi giorni fa il ministero dei Trasporti ha annunciato di voler stringere accordi con i paesi limitrofi per implementare nel giro di breve il sistema europeo EUCARIS che consentirà di esigere il pagamento delle multe anche dai conducenti esteri.

(La Redazione)

Foto eZnamka, NDS

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.