Più polizia nelle strade e nei mercatini slovacchi dopo i fatti di Strasburgo

Dopo i fatti di Strasburgo di martedì sera, la Slovacchia ha deciso di rafforzare le misure di sicurezza nelle città in cui ci sono affollati mercatini di Natale, ma l’attenzione viene alzata anche per le manifestazioni religiose o gli eventi in cui si riuniscono molte persone, così come i luoghi frequentati da migliaia di persone come i centri commerciali, soprattutto nel periodo prenatalizio.

Il ministro dell’Interno Denisa Saková (Smer-SD) ha annunciato ieri che sarà aumentato il numero di pattuglie di polizia. Il rafforzamento dei servizi di vigilanza è stato disposto «in ogni città, specialmente a Bratislava», dove saranno dislocate alcune decine di agenti di polizia da altre città capoluogo regionale. Tutte le misure, informa il ministro, sono di carattere preventivo, al momento non c’è nessun indizio di allarme che possa riguardare la Slovacchia in particolare, e la situazione è sotto continuo monitoraggio.

Saková ha discusso della questione anche con il collega ministro della Difesa, Peter Gajdoš, e ha detto che se la Slovacchia avesse informazioni su un rischio di pericolo per la sicurezza si potrebbe decidere di schierare anche i militari. Misure simili erano state messe in campo dopo l’attacco terroristico al mercatino di Natale a Berlino nel dicembre 2016.

(Red)

Foto FB/policiaslovakia
Foto bratislava.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.