Ferrovie: no a privatizzazione altre linee, ŽSSK rimane monopolista

La compagnia ferroviaria di Stato slovacca ŽS Slovensko (ŽSSK) continuerà ad avere una posizione di monopolio sulla quasi totalità delle linee del paese fino al 2030. Questa la direzione presa dal ministro dei Trasporti Arpád Érsek (Most-Híd) che ha abolito le gare pubbliche per concedere la circolazione di treni su due brevi tratte ferroviarie. A ritenere inaccettabile un passo indietro delle Ferrovie Slovacche è il partito di coalizione SNS, che non vuole che la compagnia pubblica sia oggetto di concorrenza e che lavora per questo obiettivo da quando è salito al governo nella primavera 2006. Al contrario, il ministro da tempo prometteva più concorrenza, migliore qualità per i passeggeri e prezzi competitivi, ma ha dovuto piegarsi, scrive Dennik N.

Ad essere assegnate con gara saranno solo due linee minori di trasporto passeggeri, con un treno ogni ora: la Rajec-Žilina nel nord-ovest del paese, e la Moldava nad Bodvou-Košice, una tratta regionale nei pressi della seconda città del paese. Una nuova gara d’appalto si svolgerà anche per la linea Bratislava-Komárno, dove il contratto in essere con il vettore privato ceco RegioJet scade nel 2020. Per le altre linee, il ministero dovrebbe limitarsi a estendere automaticamente per un altro decennio i contratti esistenti con il vettore statale che hanno validità fino al 2021.

(Red)

Foto FB

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.