Sondaggio: tre quarti degli slovacchi si fidano dei mass media

Il 76% degli slovacchi crede alle informazioni pubblicate sulla stampa nazionale. Il 51% considera i media del servizio pubblico più affidabili di quelli privati, ma solo un quarto è interessato alla proprietà dei media. Una indagine commissionata da CenPress, il Centro slovacco per il giornalismo indipendente e oggettivo, ha confermato che la televisione è una delle principali fonti di informazione su politica e società, distanziando largamente gli altri tipi di media.

Il 41% degli intervistati afferma di guardare prevalentemente il canale privato TV Markiza come primaria fonte di informazioni sulla politica e la società, mentre il 33% si affida più volentieri al servizio pubblico della Radio e Televisione della Slovacchia (RTVS), il 31% al canale privato JOJ e il 22% alla televisione all-news TA3. Solo al quinto posto si piazza la radio, con l’emittente pubblica Radio Slovacchia (Rádio Slovensko, parte di RTVS) ascoltata dal 31% degli intervistati. Il tabloid Nový Čas è il primo media della carta stampata, con il 12%.

Il sondaggio chiedeva agli intervistati la loro opinione sui giornalisti, che risulta essere la professione meno rispettata tra molte altre. Prima degli operatori dell’informazione vengono, tra gli altri, i medici, i vigili del fuoco, gli scienziati o gli agricoltori. Ma il giornalista è tuttavia più rispettato rispettto a poliziotti, impiegati e sacerdoti. I fattori che secondo l’opinione pubblica riducono maggiormente il prestigio della professione giornalistica sono la mancanza di obiettività, i tentativi di manipolare i fatti, una condotta non etica, e l’immoralità e il sensazionalismo ad ogni costo.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.