Dalla BEI 60 milioni per garantire la sicurezza delle centrali nucleari slovacche

La Banca europea per gli investimenti (BEI) fornirà un prestito di 60 milioni di euro alla società elettrica Slovenské elektrárne allo scopo di favorire il miglioramento della sicurezza nucleare nelle centrali nucleari di Jaslovské Bohunice (regione di Trnava) e Mochovce (regione di Nitra). Con questo investimento il maggior produttore di elettricità in Slovacchia potrà rispettare gli obblighi derivanti dalla legislazione UE e nazionale e continuare a generare elettricità in modo sicuro da centrali atomiche.

Secondo la BEI, la misura della banca dell’UE va a sostenere la sicurezza nucleare non solo per la Slovacchia ma anche per le popolazioni dei paesi limitrofi. Al tempo stesso, ha detto il vicepresidente BEI, Vazil Hudák, la mossa esprime anche il sostegno dell’Unione europea per le fonti di energia a basse emissioni di carbonio, che è tra le linee guida dell’interesse generale di BEI per protezione ambientale e mitigazione dei cambiamenti climatici.

Il prestito viene incontro, dice BEI, alle normative più stringenti per le centrali nucleari decise dopo l’incidente alla centrale nucleare di Fukushima.

(Red)

Foto MHSR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.