Approvate le nuove norme per la nomina del capo della polizia

Il 4 dicembre il Parlamento slovacco ha approvato le nuove regole valide da febbraio 2019 per la nomina del capo della polizia. Con 76 voti (la maggioranza esatta necessaria) il provvedimento, negli ultimi mesi molto discusso e criticato, prevede che il presidente del Corpo di polizia continuerà ad essere nominato dal ministro degli Interni, ma solo dopo una procedura di selezione pubblica condotta da una commissione giudicatrice composta da sette membri, e solo con la raccomandazione della commissione parlamentare Difesa e Sicurezza, dove vale la maggioranza assoluta dei componenti. Il che significa che per la nomina serve un accordo tra il ministro – espressione della coalizione di governo – e la commissione, dove è rappresentata anche l’opposizione parlamentare.

Il mandato del nuovo capo della polizia sarà di quattro anni, con la possibilità di un rinnovo. E i candidati devono necessariamente essere membri del corpo di polizia da almeno dieci anni. Il ministro avrà il potere di ricorrere in appello per gravi motivi, ma dovrà essere sostenuto da almeno i tre quinti dei membri della commissione parlamentare.

Con lo stesso emendamento legislativo vengono approvate anche le norme per l’elezione del capo dell’ispettorato della polizia, che sarà a capo di un nuovo ufficio di ispezione chiamato a rilevare e indagare infrazioni e crimini dei membri delle forze dell’ordine e sicurezza, verificare la legittimità delle operazioni di polizia e fare indagini abbreviate sui funzionari doganali. Il capo del servizio ispezioni della polizia sarà nominato dal governo su proposta del ministro degli Interni dopo una procedura di selezione e la raccomandazione della commissione parlamentare Difesa e Sicurezza. Anche in questo caso, il procedimento sarà condotto da una commissione giudicante.

Da giugno 2018 la polizia ha un capo ad interim, Milan Lučanský, che ha sostituito in via provvisoria il dimissionario Tibor Gašpar, la cui testa era stata pretesa dalla folla nel corso delle grandi proteste popolari della scorsa primavera.

(Red)

Illustr. BS

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.