Le multe autostradali potranno essere spedite all’estero

Durante l’ultima riunione dei ministri dei Trasporti a Bruxelles la Presidenza austriaca ha informato dell’adozione di un accordo tra il Consiglio dell’Unione europea, il Parlamento europeo e la Commissione su una direttiva che consente il recupero di multe dai conducenti stranieri che guidano senza pagare pedaggio nelle strade a pagamento all’interno dell’Unione europea. Il sistema europeo EUCARIS consente di emettere sanzioni agli automobilisti di alcuni paesi dell’UE per otto tipologie di infrazioni stradali, inclusa la guida senza contrassegno autostradale.

Il ministro dei Trasporti slovacco Arpád Érsek si è detto lieto della decisione, che permetterà di mettere un freno a un problema da tempo evidenziato dalle autorità slovacche. Come ha segnalato il ministro, l’applicazione transfrontaliera delle multe – che sarà inserita nella legislazione nazionale – è stata accettata grazie alla pressione congiunta di Slovacchia, Austria e altri stati che dispongono di un sistema di pedaggio elettronico.

L’effettivo avvio del sistema EUCARIS in tutti gli Stati membri dell’UE non avverrà prima di due anni, dal momento che alcuni paesi hanno insistito per allungare il periodo di transizione al fine di recepire la direttiva e fare le necessarie implementazioni tecnologiche. Secondo il ministro, la Slovacchia avvierà subito negoziati diretti con i paesi limitrofi per rendere operativo al più presto il sistema almeno a livello regionale.

(Red)

 

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.