Infrastrutture, 319 milioni di prestiti dalla BEI alla Slovacchia per i trasporti

La Banca europea per gli investimenti (BEI) metterà a disposizione della Slovacchia 319,6 milioni di euro in forma di prestito per cofinanziare progetti di trasporto sostenuti da fondi UE. Oggi il governo slovacco ha firmato un accordo quadro con i rappresentanti BEI per la seconda tranche di prestiti già approvati per 670 milioni di euro totali, la prima parte finalizzata nel 2015 per 350 milioni.

Il denaro potrà essere utilizzato per costruire nuovi tratti delle reti ferroviarie e stradali che si snodaano lungo i corridoi strategici di trasporto europei. oltre che per l’acquisto di motrici e vagoni ferroviari. La banca dell’UE evidencia che lo sviluppo dei corridoi europei è considerato un fattore strategico per lo sviluppo complessivo dell’Unione.

Il ministro dei Trasporti slovacco Árpád Érsek (Most-Hid) ha rilevato il fatto che se oggi si firma un secondo accordo di finanziamento con la BEI significa che la Slovacchia è stata brava nel recente passato nello spendere i fondi UE per i progetti di trasporto. Érsek ha detto chei fondi potranno essere utilizzati anche per il cofinanziamento di progetti quali la modernizzazione della linea ferroviaria da Bratislava al confine di Stato con la Repubblica Ceca, o quella del nodo ferroviario di Žilina. Tra i potenziali beneficiari dei fondi anche il completamento della linea tranviaria nel quartere di Petržalka a Bratislava e la costruzione di un nuovo ponte sul fiume Danubio a Komárno (regione di Nitra).

Il ministro ha spiegato che il valore dei progetti infrastrutturali di trasporto in programma nel periodo 2014-2020 è di 4,6 miliardi di euro, che sono cofinanziati dall’Unione europea e di cui lo Stato dovrà garantire la quota del 15%, ovvero circa 700 milioni di euro.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.