Makúch si dimetterà a marzo da governatore della Banca nazionale

Il governatore della Banca Centrale Slovacca (NBS) Jozef Makúch ha detto, nel corso di una riunione del Consiglio bancario di NBS, che lascerà il suo posto a marzo 2019, nonostante il suo (secondo) mandato si concluderebbe solo nel 2021. Dando dunque attualità alle voci sulla sua uscita pubblicate già da tempo dai media, che prevedevano l’avvento al suo posto dell’attuale ministro delle Finanze Peter Kažimír, più volte nell’ultimo anno votato come miglior ministro delle Finanze nella regione.

Makúch ha assicurato di non intendere lasciare l’incarico fino a quando non sarà nominato il suo successore. In settembre aveva lasciato intendere che di stare pensando a un addio prematuro quando espresse preoccupazioni sulla stabilità del contesto politico in Slovacchia dopo le elezioni generali nel 2020. Allora aveva affermato che nominare un nuovo governatore in NBS prima delle elezioni avrebbe risparmiato alla banca nazionale di diventare oggetto del desiderio per chi salisse al potere dopo il 2020 – presumibilmente non la coalizione che oggi sostiene l’esecutivo, secondo i sondaggi. E avrebbe rafforzato l’indipendenza dell’istituzione.

Nemmeno un paio d’ore dopo l’annuncio, il ministro Kažimír ha ammesso di avere interesse a candidarsi alla poltrona di governatore di NBS, perché, ha detto, intende ritirarsi dalla politica attiva. Del resto, ha spiegato di avere sempre inteso la carica di ministro delle Finanze come una funzione specialistica, che se anche va a bracceteto  con la politica deve tuttavia continuamente lottare per tenere un equilibrio dei conti pubblici. Mentre per lui sarebbe interessante tornare a un mondo di “soli numeri” come governatore della Banca Centrale.

Secondo fonti all’interno del partito di maggioranza Smer-SD, ci sarebbero altri candidati a capo della NBS. Tra questi, l’ex presidente dell’Amministrazione finanziaria (l’autorità fiscale che include fisco e dogane) František Imrecze, per la verità da poco dimessosi sull’onda di uno scandalo, che tempo fa era dato come il delfino di Kažimír a gestire il ministero delle Finanze, e il deputato Smer-SD Ladislav Kamenický, che è a capo della commissione parlamentare Finanze.

(Red)

Foto: la Banca Centrale Slovacca (NBS)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.