Le invenzioni più originali del 2018

Dicembre alle porte, come sempre, sconvolge anche i più neghittosi tra gli inquilini, che prima di aprirgli, colti di sorpresa, controllano di avere viveri a sufficienza per ospitarlo, sperando quasi che si trattenga più del previsto ma che, distratto dalle bilance, non gli spiattelli in faccia il loro maschile. L’ultimo dei mesi, però, è una nevicata di bilanci munita di passe-partout, così eccoci qui, quasi alle soglie del 2019, a fare un resoconto dell’anno appena trascorso: cos’hafatto l’uomo nelle ultime 52 settimane? Tra le buone novità, ha creatoCosa? Ce lo dice il Time.

Anche quest’anno, infatti, la rivista ha selezionato le cinquanta migliori invenzioni tra quelle segnalatele (spesso anche tramite candidature online) tenendo conto, ad esempio, della loro influenza e originalità. Suddivise in categorie che spaziano dallo sport alla salute, dall’architettura ai viaggi, le scoperte vincitrici comprendono idee eterogenee: estremamente innovative, alcune, arrangiamenti di oggetti già esistenti, altre.

Tra le creazioni attente all’ecosostenibilità che più hanno colpito vi è un materiale capace di assorbire, posto tra le tegole dei tetti, le particelle di smog o,ancora, un test di gravidanza di carta non solo meno invasivo da un punto di vista fisico, ma anche da quello della privacy: una volta terminato, infatti, potrà essere gettato in un wc. Quest’ultima non è l’unica trovata esclusivamente pensata per le donne, che saranno felici di sapere, forse, che finalmente esistono sul mercato collant antistrappo.

A stupire particolarmente, poi, anche il televisore a scomparsa, la copertache rilassa e il braccialetto che vibra ogni volta che chi lo indossa ceda nel mangiucchiarsi le unghie. Ai sempre più vari modelli di lenti a contatto si aggiungono, invece, quelle che si regolano in base alla luce. Non mancano, inoltre, utilissimi progressi in ambito scientifico e a vantaggio di persone con difficoltà: da occhiali virtuali che immergono i non vedenti nella realtà che li circonda ai test per la malaria senza alcun prelievo ematico, a nuovi rimedi per uno tra i disturbi tanto più comuni quanto fastidiosi: l’emicrania.

Cosa s’inventerà il 2019?

(Concetta Interdonato, vocidicitta.it cc by)

Illustr. B.Slovacchia/MaxPixel

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.