Governatore FVG a Praga: creato terreno fertile per nostre imprese in Repubblica Ceca

PRAGA\ aise\ – Regione Friuli Venezia Giulia e Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca (Camic) hanno avviato un percorso di collaborazione privilegiata volta a favorire contatto e possibile collaborazione a vario titolo di aziende regionali in Repubblica Ceca, puntando inoltre a insediare sul territorio uno specifico e riconoscibile brand Fvg che certifichi serietà d’impresa e qualità di prodotto. Questo l’esito dell’incontro dell’altro ieri a Praga, nella sede dell’ambasciata italiana, tra il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, l’ambasciatore italiano nella capitale ceca, Francesco Saverio Nisio, e la rappresentanza di Camic guidata dal presidente Gianfranco Pinciroli.

«La Repubblica Ceca è un mercato di riferimento per la nostra economia – ha evidenziato Fedriga – in quanto assorbe un export italiano pari a 6 miliardi di euro all’anno in costante aumento. Siamo pronti – ha aggiunto il governatore – ad attivare dei tavoli di lavoro con l’obiettivo di sviluppare canali settoriali per garantire alle nostre aziende informazioni preventive e una struttura di collegamento laddove si andranno a creare le migliori opportunità di reciproco interesse».

A questo proposito, ricerca e innovazione sono in cima alla lista per la Repubblica Ceca che ha un regime fiscale favorevole e vanta un tasso di disoccupazione di poco superiore al 2 per cento, ovvero praticamente nullo.
La Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca, ha spiegato il segretario generale Matteo Mariani, può contare su oltre 400 aziende associate ed è una realtà perfettamente attiva nell’ambito di un Sistema Italia molto apprezzato.

La due-giorni del Friuli Venezia Giulia in Repubblica Ceca è poi proseguita a Jihlava, città capoluogo della Regione Vysocina, regione centrale della Repubblica Ceca che conta poco più di mezzo milione di abitanti, con la quale è stato riattivato, dotandolo di obiettivi circostanziati, un protocollo di collaborazione risalente al 2006.

L’incontro a Jihlava di Fedriga con il presidente della Regione Jiri Behounek accompagnato dall’intera giunta locale, ha prodotto un piano d’azione bilaterale destinato a coinvolgere settori cardine quali ricerca, innovazione, salute, istruzione, turismo, cultura e sport.

«Abbiamo condiviso una visione europea comune – ha affermato Fedriga – improntata sullo sviluppo costante dei rapporti interregionali che, tra l’altro, è anche l’indicazione fornita dal presidente della Repubblica Ceca, Milos Zeman, all’ambasciatore italiano a Praga, Francesco Saverio Nisio». «La nostra strategia – ha evidenziato il governatore – è quella di accreditare il Friuli Venezia Giulia presso i principali Paesi di riferimento nell’Europa centro-orientale, identificando a questo scopo interlocutori idonei per diventare facilitatori di investimenti bidirezionali e condividere le nostre istanze con altre simili al fine di rafforzarle nei confronti dell’Europa». «Dobbiamo rendere il brand Fvg più attrattivo – ha aggiunto Fedriga – per fare conoscere bene il nostro territorio in quello che è un bacino turistico e commerciale a noi favorevole».

(Fonte aise e Regione FVG)

Foto presidente.regione.fvg.it

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.