Sono in galera i due ministri condannati per corruzione

Dopo la sentenza definitiva arrivata giovedì della scorsa settimana, con la quale la Corte Suprema decretava l’immediata incarcerazione per gli ex ministri delle Costruzioni Marian Janušek e Igor Štefanov (nella foto, con l’ex presidente Ivan Gašparovič), quest’ultimo si è volatilizzato.

Nessuno dei due imputati si era presentato all’udienza. Il tribunale ne ha ordinato la carcerazione il giorno successivo, venerdì 16 novembre, ma soltanto lunedì Marian Janušek, che deve scontare 11 anni, si è lasciato arrestare lunedì quando la polizia si è presentata al suo domicilio, e si trova in custodia nel palazzo di Giustizia di Bratislava.

Per Štefanov, considerato la mente dell’operazione, che ha ricevuto una pena di 9 anni dietro le sbarre, si è inizialmente temuta la fuga, perché lunedì non è stato trovato a casa. Solo in serata è stato rintracciato e scortato in una struttura di detenzione a Žilina.

Condannati per la nota “gara d’appalto dell’albo”, in slovacco “nástenkový tender”, è di comune opinione che in realtà i due ex ministri hanno agito per conto e su ordine dell’allora leader del Partito nazionale slovacco (SNS), Jan Slota, che tuttavia non è stato coinvolto nel processo. Le pene sono da scontare in strutture carcerarie di minima protezione, e se ci saranno le condizioni dopo averne scontato un terzo i condannati possono chiedere il rilascio condizionato, sul quale deciderà un giudice.

Per il caso, che nel 2007 provocò uno scandalo, il senato della Corte Suprema ha giudicato colpevoli entrambi di broglio in gare pubbliche e abuso dei poteri di pubblici ufficiali, comminando inoltre loro multe di 30.000 euro, che se non pagassero innalzerebbero la loro pena di un altro anno. Si tratta della prima volta nella Slovacchia democratica che ministri della Repubblica vengano condannati da un tribunale a pene detentive.

(La Redazione)

Foto Archív Úradu vlády SR

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.