Governo: approvate modifiche all’occupazione di cittadini non UE

A partire dal 2019 potranno essere impiegati in Slovacchia cittadini extra-UE secondo nuove regole che sono state approvate dal consiglio dei ministri martedì e che saranno portate in Parlamento per la discussione con procedura accelerata. La bozza di legge prevede semplificazioni e accelerazioni della procedura per assumere dipendenti che sono cittadini di paesi al di fuori dell’Unione europea in settori in cui le imprese trovano le maggiori difficoltà nel reperire la manodopera di cui hanno bisogno.

L’elenco ufficiale delle professioni che potranno usufruire delle modalità agevolate verrà aggiornato su base trimetrale, anziché una volta l’anno come stabilito di recente. Dai 90 giorni attuali, i tempi per elaborare i documenti di immigrazione per i candidati alle posizioni lavorative indicate deve essere ridotto a un massimo di 30 giorni. Regola che si applicherà anche agli stipendiati dei centri ITC.

Prima di assumere lavoratori stranieri, i datori di lavoro hanno l’obbligo di segnalare i propri posti vacanti agli uffici del lavoro, pena l’imposizione di determinate sanzioni. Nella bozza di legge si chiariscono i documenti che devono essere presentati per dimostrare il livello di istruzione dei candidati al lavoro e quelli che dimostrano un incarico temporaneo in Slovacchia se il dipendente viene inviato qui dalla società madre per un periodo limitato di tempo per lavorare a un progetto presso la filiale slovacca.

I lavoratori stagionali provenienti da paesi extracomunitari potranno accedere al mercato del lavoro slovacco anche attraverso le agenzie di lavoro temporaneo, in caso di carenza di manodopera. Un’altra misura comporta nuove responsabilità per alcune istituzioni, come il ministero dell’Economia, i comuni e gli uffici della sanità pubblica, con lo scopo di facilitare il processo della concessione dei permessi di soggiorno. In questo e altri casi il numero di documenti giustificativi per la domanda di permesso temporaneo di soggiorno sarà ridotto.

Un emendamento al codice del lavoro vieterà ai datori di lavoro di limitare in qualsiasi modo l’accesso dei dipendenti a informazioni complete sulle loro retribuzioni, una misura che intende aiutare a prevenire l’abuso di cittadini di paesi terzi per pratiche di ‘dumping sociale’ sul mercato slovacco, ad esempio offrendo salari inferiori rispetto ai colleghi slovacchi.

Dall’inizio di gennaio fino al 18 ottobre 2018 sono stati registrati in Slovacchia 1.384 dipendenti provenienti da paesi terzi. Di loro, 143 sono stati impiegati in professioni evidenziate tra quelle con carenza di manodopera.

Secondo il ministero del Lavoro il provvedimento è divenuto urgente, stante dell’attuale situazione delle aziende che richiedono misure immediate ed efficaci per far fronte alla carenza di manodopera al fine di mantenere la crescita economica e prevenire gravi perdite finanziarie. Per la preparazione del disegno di legge il ministero ha dialogato con le parti sociali – sindacati e datori di lavoro – per arrivare a un compromesso che potesse soddisfare un po’ tutti. Del problema, aveva informato il ministro del Lavoro Jan Richter, erano stati interessati anche il ministero dell’Interno, dell’Istruzione e della Salute, per quanto riguarda le loro singole competenze nella questione.

La Confederazione dei sindacati slovacchi (KOZ) avva condiviso l’importanza di affrontare la questione della collocazione dei lavoratori slovacchi sul mercato del lavoro e di attirare dipendenti slovacchi specializzati per farli  tornare in Slovacchia dall’estero. Il tema si lega, diceva KOZ, anche a un’ulteriore crescita dei salari e a un miglioramento dell’ambiente di lavoro, che sono motivazioni essenziali per fare tornare in patria i migliori lavoratori slovacchi.

Secondo la Confindustria slovacca (AZZZ) i datori di lavoro apprezzano la scelta di approvare il disegno di legge in procedura accelerata, in modo da dare la possibilità alle imprese di utilizzare l’ultimo periodo di crescita economica del paese per attrarre alcuni stranieri a lavorare in Slovacchia.

(Red)

Foto pashminu CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.