Un libro racconta il caso Kuciak: le idee non possono essere messe a tacere

“Messi a tacere” (Umlčaní) è il titolo del libro pubblicato da Ringier Axel Springer per raccontare la storia di Ján Kuciak e la fidanzata Martina Kušnírová, uccisi il 21 febbraio, 2018. Marek Vagovič, capo del team di giornalisti investigativi del sito di notizie Aktuality.sk, per il quale lavorava anche Kuciak, è autore del libro insieme a una quindicina di colleghi. In precedenza aveva pubblicato “Come Fico ha venduto il paese agli oligarchi” (2016).

Il volume ricostruisce un mosaico di 300 pagine in cui sono raccolte testimonianze di parenti, amici, professori delle due vittime, e di colleghi di Ján Kuciak del sito Aktuality.sk. Racconta la storia delle due giovani vite spezzate, e ricostruisce le indagini di Ján sulla corruzione e i legami tra mafia e politica, ripercorrendo anche la tragica notte di febbraio e le successive indagini della polizia.

Il libro, che contiene anche l’ultimo articolo incompiuto del giornalista assassinato, «è il nostro modo per commemorare Ján e Martina», ha detto Milan Dubec, CEO di Ringier Axel Springer.

Ján era un giovane gentile e ironico, amante della vita, ma anche uno studente entusiasta della filosofia. Era ricettivo, ascoltava molto e nelle discussioni riusciva sempre a essere costruttivo. Sicuramente era uno studente atipico, diverso dai suoi coetanei. La sua forza consisteva in talento e capacità analitiche congenite. Era dotato di una straordinaria intuizione, una memoria eccellente e la capacità di avere una visione d’insieme degli argomenti che lo interessavano di più, politici ed economici.

Era affascinato dalle questioni complesse e non si spaventava facilmente per le sfide che affrontava con impegno e determinazione, convinto che il lavoro di giornalista si apprende in particolare con la pratica sul campo. Nel suo cuore coltivava sogni, visioni, profondi valori morali … ed era in grado di plasmare le sue idee con uno stile originale di scrittura.

Amava i testi di Dominik Tatarka, uno dei firmatari di Carta 77, per la sua idea di creare una società basata sul reciproco rispetto e dignità, e Ernest Hemingway, per la sua visione della vita come una sfida continua contro se stesso in un mondo privo di significato.

Tutti i proventi della vendita del libro “Umlčaní” saranno utilizzati per sostenere il lavoro dei giornalisti investigativi di Aktuality.sk.

Per l’omicidio, compiuto a freddo da un killer solitario la sera del 21 febbraio 2018 nella casa di Kuciak nel villaggio di Veľká Mača, una sessantina di chilometri da Bratislava, sono state incarcerate quattro persone, ritenute essere gli organizzatori ed esecutori materiali del crimine. Rimane sconosciuto per il momento il o i mandanti e il o i moventi.

(Paola Ferraris, BDE)

Foto Aktuality.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.