La Germania cerca forza lavoro qualificata all’estero

BERLINO\ aise\ – “Il Bundesregierung, il Governo federale tedesco, ha lanciato una piattaforma multilingue online per lavoratori qualificati all’estero interessati a lavorare in Germania. Il nuovo sito “Make it in Germany” voluto fortemente dallo Stato tedesco vuole essere la nuova porta d’ingresso per attrarre professionisti dall’estero”. È quanto si legge su “ilMitte.com”, quotidiano online di Berlino, che ospita oggi un articolo di Simone Catania, redattore news.srl.

La Germania alla ricerca di talenti
Martedì 6 novembre, i rappresentanti del Governo federale si sono riuniti con i capi delle parti sociali quali Länder, Camera di commercio e industria e l’Agenzia federale per l’occupazione. In tale occasione il Governo ha presentato per la prima volta la sua nuova azione volta ad attrarre forza lavoro qualificata in Germania. Come primo passo concreto di una strategia a lungo termine, il Consiglio dei Ministri ha presentato la nuova versione del portale Make it in Germany: una piattaforma rivisitata e ampliata che ha come obiettivo quello d’informare e attrarre personale qualificato dall’estero come specialisti informatici o personale infermieristico, settori in cui la Germania ha forti carenze.

Il portale, supportato dai responsabili dei dipartimenti dell’Economia, degli affari interni, dell’istruzione e del lavoro, vuole essere una vetrina che presenti a professionisti degli Stati membri dell’Unione Europea e di Paesi terzi, quello che la Germania può offrire loro.

“La Germania ha bisogno di esperti internazionali per salvaguardare la sua competitività e capacità innovative” ha spiegato il Ministro federale dell’economia Peter Altmaier (CDU). Lo Stato tedesco vuole essere la scelta numero uno dei migliori professionisti e per fare ciò ha creato un portale con “informazioni aggiornate, realistiche e complete sulle possibilità e le opportunità del Paese”.

Un portale per trovare lavoro in Germania
La piattaforma Make it in Germany ha lo scopo di offrire ai professionisti dall’estero una panoramica chiara delle opportunità di lavoro, formazione e studio in Germania. Nel sito è infatti possibile trovare procedure di ricerca di lavoro, ingresso nel Paese e richiesta del visto in tedesco, inglese, francese e spagnolo. La versione italiana al momento si limita a una homepage con menu che rimanda a sottopagine in inglese.

Interessante per chi è alla ricerca di opportunità professionali, è la sezione dedicata agli annunci di lavoro gestita dal centro dell’impiego tedesco. Tramite la piattaforma è possibile candidarsi direttamente per le posizioni aperte in aziende tedesche. La ricerca del lavoro può essere filtrata selezionando l’industria desiderata o il Bundes tedesco. Attraverso il portale è possibile anche ottenere una consulenza personale tramite e-mail, linea telefonica diretta o chat. Nella sezione FAQ sono inserite le risposte alle domande più comuni sul trasferimento, sulla vita in Germania, sul riconoscimento dei titoli, su come aprire un business. Non manca la risposta alla fatidica domanda “Devo conoscere il tedesco per lavorare in Germania?”.

Attrarre lavoratori qualificati dall’Europa e non solo
Horst Seehofer (CSU), Ministro federale dell’interno ha sottolineato che il Governo desidera concentrarsi principalmente sull’attivazione delle potenzialità nazionali ed europee. “Ci stiamo anche aprendo a professionisti di Paesi Terzi” per l’immigrazione di lavoratori qualificati di cui la Germania ha bisogno, non dimenticando in quest’ultimo caso di fare una “chiara separazione tra asilo e migrazione di forza lavoro.”

Questa nuova disposizione del Governo tedesco è in linea con la nuova legge sull’immigrazione lanciata lo scorso mese. Con una nuova legge si vuole incentivare l’immigrazione di lavoratori qualificati che necessitano di un visto ad esempio offrendo fino a sei mesi di tempo per la ricerca del lavoro. In quanto Stato membro dell’UE, per i cittadini italiani il trasferimento in Germania non richiede nessun documento o richiesta particolare. Secondi i dati dell’Ausländerzentralregister, il registro centrale nazionale degli stranieri, in Germania nel 2017 vivono 643.065 cittadini italiani, un +5% rispetto al 2016, affermandosi come la quarta più numerosa comunità di immigrati in Germania dopo Turchia, Polonia e Siria”. (aise) 

Foto pixabay CC0
La cupola del Reichtag a Berlino

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.