Sette giocatori della nazionale slovacca multati per notte brava

La Federazione calcio slovacco (SFZ) ha multato i sette giocatori che avevano fatto bisboccia fino a tarda notte in discoteca dopo la partita persa per 1:2 in nazionale contro la Repubblica Ceca il 13 ottobre. Tutti e sette, ha annunciato il presidente di SFZ Ján Kováčik – i portieri Martin Dúbravka (Newcastle) e Michal Šulla (Slovan Bratislava), i difensori Milan Škriniar (Inter), Ľubomír Šatka (DAC Dunajská Streda), Norbert Gyömbér (Perugia) e i centrocampisti Stanislav Lobotka (Celta Vigo, possibile nuovo acquisto del Napoli), e Vladimír Weiss (Al-Gharafa, in passato una stagione al Pescara) – perderanno i loro compensi per tutta la durata delle qualificazioni agli Europei 2020, nel caso fossero convocati per altre partite in nazionale.

Proprio il comportamento dei sette giocatori era stata la ragione delle dimissioni rassegnate dal ct Ján Kozák, che aveva definito inaccettabile la loro condotta. I sette avevano violato la rigida disciplina del ritiro a pochi giorni dalla successiva partita amichevole con la Svezia.

Tutti i giocatori sanzionati si sono in qualche modo scusati. E lo avevano fatto anche con il commissario tecnico Kozák, che li aveva pescati intorno alla mezzanotte. Si erano poi stupiti del fatto che Kozák abbia ritenuto di doversi dimettere dopo cinque anni alla guida della nazionale maggiore, malgrado avesse un contratto fino al 2020, dopo i campionati d’Europa.

Milan Škriniar e Stanislav Lobotka hanno concordato una dichiarazione congiunta: «Siamo pienamente consapevoli del nostro grado di responsabilità per gli eventi degli ultimi giorni e sinceramente ci dispiace». Hanno anche accettato le sanzioni ed espresso la speranza di continuare a giocare per la nazionale. Loro due erano stati i più criticati dal ct per le loro prestazioni nel corso della conferenza stampa dopo la partita. Kozák aveva detto che è ora che questi giocatori di grande valore, milioni di euro, si assumano le proprie responsabilità nel guidare la squadra, senza contare soltanto sui “vecchi” ed esperti Škrtel e Hamšík.

Dopo le improvvise dimissioni di Kozák la Federazione aveva incaricato il suo assistente Štefan Tarkovič per guidare la squadra contro la Svezia il 16 ottobre, una partita finita in pareggio per 1:1.

Oggi la Federazione ha presentato il nuovo ct: è Pavel Hapal, allenatore ed ex calciatore ceco. Sarà lui a preparare la squadra nazionale per lo scontro con l’Ucraina il 16 novembre a Trnava, partita finale del Gruppo 1 di Lega B della UEFA Nations League, dove proprio l’Ucraina guida la classifica a 9 punti, mentre la Slovacchia è ancora a bocca asciutta.

(La Redazione)

Articoli più letti

1 Trackback / Pingback

  1. Gyomber, la Slovacchia punisce il difensore del Perugia - Calcio Grifo

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.