Suicida l’uomo che corrispondeva all’identikit nell’omicidio di Jan Kuciak

Un uomo che era stato identificato dall’identikit rilasciato dalla polizia come potenziale testimone nel duplice omicidio del giornalista Jan Kuciak e della sua fidanzata Martina Kusnirova si è suicidato il 17 ottobre. L’uomo, identificato come Roland R., che è stato trovato da sua madre impiccato nella soffitta di una casa a Kolarovo (regione di Nitra), era il figlio della fidanzata dell’imputato Miroslav Marček, che gli investigatori hanno accusato di essere stato l’autista del killer. Fu in quella stessa casa che l’uomo fu arrestato come sospetto da una squadra della NAKA il 27 settembre scorso insieme ad altre sette persone. Fu poi rilasciato dopo un interrogatorio.

Per l’omicidio sono tenuti in custodia in quattro, tre uomini tra cui il killer, l’autista e un intermediario, che collaborerebbe con gli inquirenti, oltre alla donna che ha materialmente ordinato il delitto del giornalista (mentre l’omicidio della fidanzata non era stato previsto). Non si conosce lo stato delle indagini per risalire al o ai mandanti, anche se indiscrezioni di stampa, e un documento della Procura penale specializzata, lascierebbero pensare che potrebbe trattarsi di Marián Kočner, sul quale Kuciak aveva investigato e scritto in diverse occasioni, per cui aveva ricevuto minacce da Kočner. La denuncia alla polizia non aveva sortito effetti.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.