WEF: Slovacchia perde competitività, ora è al 41° posto

La competitività della Slovacchia è scesa al 41° posto nella classifica 2018 del World Economic Forum, due posizioni più in basso dell’anno scorso. Come principale debolezza della Slovacchia viene citata la scarsa qualità delle istituzioni, che ostacolano i miglioramenti nel contesto imprenditoriale. In generale, il paese ottiene buoni risultati in termini di stabilità macroeconomica e infrastrutture, ma ha dei punti deboli, oltre che nell’ambiente imprenditoriale, nella mancanza di capacità di innovazione e nel mercato dei prodotti.

Inoltre, il paese dovrebbe rafforzare l’indipendenza della magistratura e la lotta alla corruzione, migliorare l’applicazione della legge e ridurre gli oneri amministrativi per le imprese. Per quanto riguarda le innovazioni, la Slovacchia deve migliorare la qualità delle istituzioni di ricerca scientifica, facendo maggiori investimenti in ricerca e sviluppo e favorendo una più stretta cooperazione con le imprese.

Il Global Competitiveness Report 2018 del World Economic Forum valuta la competitività di 140 economie mondiali. La classifica è guidata da Stati Uniti, Singapore e Germania. Tra i paesi di Visegrad fanno meglio della Slovacchia sia la Repubblica Ceca che la Polonia, al 29° e 37° posto, L’Ungheria è poco sotto, al 48°.

(Red)

Foto jarmoluk/CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.