Jaguar Land Rover lancia la produzione a Nitra giovedì prossimo

Il costruttore automobilistico Jaguar Land Rover (JLR) darà ufficialmente il via alla produzione nel suo nuovo stabilimento nel Parco strategico di Nitra il 25 ottobre. Già dall’inizio di settembre, due anni dopo l’avvio dei lavori di costruzione, sono uscite le prime auto di prova per la messa a punto dell’intera catena produttiva della fabbrica. Ad oggi lavorano nello stabilimento più di 1.300 persone, e altri 150 dovrebbero essere assunte entro la fine dell’anno. Entro il 2020 JLR pensa che la forza lavoro aumenterà a 2.800 lavoratori. Secondo i piani di investimento, altri 22.000 posti di lavoro indiretti dovrebbero venire creati in Slovacchia dalle aziende della rete di fornitura.

I dipendenti hanno da poco ottenuto un aumento salariale. Il contratto collettivo firmato con il sindacato il 13 ottobre, che sarà in vigore fino alla fine del prossimo anno, rappresenta, a dire dei rappresentanti sindacali, il più grande aumento in una volta sola nel settore automobilistico in Slovacchia, con incrementi tra il 5,43 e il 10%, oltre a diversi altri benefit non finanziari. Gli stipendi medi degli addetti alla produzione, che in precedenza partivano da 900 euro, andranno ora da 997 a 1.744 euro lordi mensili.

La casa automobilistica britannica (ma che fa capo agli indiani di Tata Motors) ha in programma la produzione di 150.000 veicoli all’anno a regime, a partire dalla Land Rover Discovery. Entro due anni, se tutto va liscio, l’azienda intende iniziare a produrre un secondo modello, ha dichiarato nei giorni scorsi Alexander Wortberg, il direttore operativo di JLR Slovakia.

Sono stati investiti 1,4 miliardi di euro nella costruzione dell’impianto, e 129 milioni sono gli aiuti di Stato concessi dal governo slovacco, che ha recentemente ricevuto l’ok dalla Commissione europea. La firma di un memorandum di intesa tra il gabinetto slovacco e gli inglesi era avvenuto nel dicembre 2015.

(La Redazione)

Foto Land Rover MENA cc by

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.