Ministero degli Esteri slovacco vittima di attacco informatico “sofisticato”

Il primo ministro Peter Pellegrini ha informato ieri, dopo la seduta del Consiglio di sicurezza che ha preceduto la consueta riunione settimanale del governo, che il Ministero degli Affari esteri ed Europei è stato bersaglio di un massiccio attacco informatico, che per il momento non è chiaro da chi sia stato architettato. A scoprirlo è stato il Servizio di intelligence militare (VS) che ha notato un comportamento anomalo del server e che ha dato il via a un’approfondita analisi. Secondo l’indagine, non si è trattato di una comune infezione informatica ma di un sofisticato codice maligno insinuato nel sistema e che consente agli hacker di scaricare i dati su un non meglio specificato «server all’estero», ha detto il premier. Non ha tuttavia detto se e quali informazioni sono state trafugate dal sistema informatico del ministero, e a una risposta specifica di un giornalista ha risposto in modo vago. Il server ministeriale non è comunque stato messo fuori uso, e sono state prese misure perché non si ripeta un caso simile e non vengano arrecati danni al paese.

BRÍFING PO BEZPEČNOSTNEJ RADE Po rokovaní Bezpečnostej rady SR som informoval o kybernetickom útoku na Ministerstvo zahraničných vecí a európskych záležitostí SR, ktorý odborníci odhalili.

Uverejnil používateľ Peter Pellegrini Streda 17. október 2018

Ora gli analisti dell’Intelligence stanno operando per risalire all’identità degli aggressori e al tema del loro interesse. Pellegrini sostiene che si tratti di «un’organizzazione di spionaggio sofisticata e sovranazionale», per cui «è essenziale per noi iniziare a cooperare con i team che indagano su attacchi simili nei paesi circostanti». Complimentandosi per il pronto intervento del VS, Pellegrini ha notato come questi dimostri che la Slovacchia è in grado di rilevare in tempi brevi tali infezioni e di prendere le dovute contromisure. Dopo questo fatto, il primo ministro ha dato ordine «al direttore del Servizio di intelligence militare di esaminare la sicurezza dell’intera rete governativa».

(La Redazione)

Illustr. geralt CC0
Foto vs.mosr.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.