Russia-Slovacchia, il ministro Žiga ha discusso di energia e cooperazione

In un incontro che si è svolto nel corso della sessione in corso in Slovacchia, sugli Alti Tatra, della Commissione mista per la cooperazione economica, scientifica e tecnologica tra Slovacchia e Russia, il ministro slovacco dell’Economia Peter Žiga (Smer-SD) ha parlato con il ministro russo del Commercio e dell’industria Denis Manturov. La discussione tra i due funzionari ha toccato temi di energia, petrolio, gas, energia nucleare, industria, industria 4.0 e città intelligenti, ha scritto ieri Tasr. Dopo l’incontro, Žiga ha spiegato che i due hanno parlato della cooperazione sui mercati slovacco e russo e nei paesi terzi. In particolare, Žiga ha citato «specifici progetti che le nostre aziende stanno compiendo insieme», ad esempio a Cuba, ma la cooperazione tra imprese con il beneplacito delle rispettive istituzioni è in corso anche in Medio Oriente, Egitto ed Asia. Colloqui sono in corso, ha affermato Žiga, «affinché i progetti possano essere implementati dalle nostre aziende».

Entrambi i ministri hanno evidenziato il buon livello di cooperazione. La Slovacchia, che importa la maggior parte delle proprie risorse energetiche dalla Federazione russa, può tuttavia diventare per la Russia, e per le aziende russe, un buon ponte per i mercati europei, ha notato Žiga, notando che con il collega ministro di Mosca ha parlato anche di come Russia e Slovacchia continueranno la cooperazione nel progetto ferroviario a largo raggio – che dovrebbe portare i convogli russi direttamente nell’area Vienna-Bratislava senza necessitò di trasbordo delle merci al confine slovacco-ucraino – e nel turismo.

Alla riunione di due giorni tra le delegazioni slovacca e russa partecipavano anche rappresentanti di una sessantina di aziende di entrambi i paesi. Gruppi di lavoro hanno redatto diversi capitoli del protocollo che è stato poi firmato dai ministri.

Gli scambi tra la Slovacchia e la Federazione russa sono diminuiti di oltre il 50% tra il 2013 e il 2016, ma la situazione ha iniziato a migliorare nell’ultimo anno, dopo un 2017 in cui c’è stata una crescita del 20%. «Una buona cooperazione economica con la Russia è importante per il nostro paese, ed è anche cruciale per la sicurezza energetica», ha sottolineato il ministro slovacco, sottolineando come anche il settore del turismo abbia goduto di un incremento del 22% delle presenze di turisti dalla Federazione Russa (e del 34% i pernottamenti).

(La Redazione)

Foto FB.com/mhsr

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.