Jaguar Land Rover, Bruxelles approva gli aiuti di Stato slovacchi

La Commissione europea ha approvato il piano di aiuti agli investimenti per 129 milioni di euro che il governo della Slovacchia aveva deciso di fornire a Jaguar Land Rover (JLR) nel 2015, a fronte di un investimento di 1,4 miliardi. L’esecutivo europeo aveva aperto una indagine sugli aiuti slovacchi alla casa automobilistica britannica nel maggio dello scorso anno, sospettando la non conformità alle norme dell’UE sugli aiuti di Stato.

Ora i dubbi sono stati dissipati, e la Commissione UE conferma che il piano è conforme alle norme europee e che contribuirà allo sviluppo economico e occupazionale della regione di Nitra senza violare la concorrenza sul mercato unico. Il commissario per la Concorrenza Margrethe Vestager ha detto che secondo i risultati dell’esame il contributo governativo slovacco si era reso necessario per garantire che JLR costruisse il suo nuovo stabilimento in Europa, dove la città di Nitra ha vinto la concorrenza di altre location, e non in Messico dove era già stata scelta dall’azienda una possibile alternativa. Gli aiuti concessi a JLR sono pari alla cifra massima concedibile secondo le norme europee, e allo stesso tempo nella misura minima necessaria per poter soddisfare le richieste della casa automobilistica.

Lo stabilimento del costruttore automobilistico JLR su un terreno di 185 ettari vicino a Nitra, nella Slovacchia occidentale, previsto iniziare la produzione ufficiale entro poche settimane, ha indicato nel suo piano di investimento la creazione di circa 2.800 posti di lavoro diretti entro il 2020, oltre a diverse migliaia nelle aziende della catena di fornitura, e dovrebbe fabbricare 150.000 automobili all’anno.

(Red)

Foto pixabay

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.