Sanità: aumenti agli infermieri, nel tentativo di trattenerli in Slovacchia

Secondo il progetto di bilancio del ministero della Salute per il 2019, i salari base degli infermieri in Slovacchia dovrebbero vedere un aumento del 10% a partire dal 1° gennaio dell’anno prossimo, come già concordato tra il ministero delle Finanze. Meglio andrà per gli infermieri specializzati e con esperienza, la cui busta paga dovrebbe crescere fino al 16%, ovvero da 100 a 130 euro netti in più. Si tratta di un costo complessivo ulteriore di circa 200 milioni di euro per l’adeguamento delle retribuzioni di infermieri, ostetriche e assistenti sanitari. A parere del ministro della Salute, Andrea Kalavská, questa iniziativa dovrebbe contribuire a stabilizzare la situazione nel settore della sanità pubblica, in cui quello del personale al momento è tra i problemi più importanti.

Con i fondi a disposizione per il settore della sanità, che ammonterebbero a 5,2 miliardi di euro, una somma mai raggiunta prima, il ministero intende anche mettere mano alla ricostruzione di strutture sanitarie, e all’aggiornamento di attrezzature mediche e apparecchiature per gli screening con investimenti negli ospedali statali che, allo stesso tempo, sono stati sottoposti a un programma di supervisione dopo l’approvazione di un piano di rientro con risorse pubbliche dell’enorme debito accumulato negli ultimi anni.

Le organizzazioni di rappresentanza degli infermieri hanno accolto positivamente l’avvio di un aumento dei salari per questa categoria. Ma come osserva la Camera slovacca degli infermieri (SKSaPA) difficilmente 100 euro in più in tasca al mese potrà impedire alle infermiere slovacche di lasciare il paese per migliori salari all’estero.

(Red)

Foto freestockphotos.biz CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.