A Bratislava giovedì il concerto dell’Andrea Manzoni Trio – L’intervista

Il 27 settembre 2018 all’Auditorium della Radio Nazionale a Bratislava si tiene il primo concerto in Slovacchia dell’Andrea Manzoni Trio. Andrea Manzoni è un pianista, compositore e produttore, che vive a Parigi e fa parte di una nuova generazione di pianisti che lavora per creare forme innovative di espressione che, cancellano i confini tra jazz, rock e pop.

Manzoni arriva a Bratislava, insieme a Viden Spassov al contrabbasso e Andrea Beccaro alle percussioni, dopo essersi esibito in spazi prestigiosi nel mondo, tra cui la Carnegie Hall a New York, Saint Martin in the Fields a Londra, l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Andrea Manzoni ha inoltre vinto numerosi premi, tra cui lo Yamaha Music Competition Italia.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

In occasione del concerto di Bratislava, organizzato grazie all’Istituto Italiano di Cultura, verrà anche registrato il primo disco live del Trio, come ha annunciato lo stesso musicista sul suo profilo Facebook.


Andrea Manzoni ha rilasciato per Buongiorno Slovacchia questa intervista che illustra il suo percorso di musicista. Per saperne di più vedere l’articolo pubblicato lunedì:

Concerto a Bratislava: jazz e tanto altro con l’Andrea Manzoni Trio

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"


 

Intervista

Quando hai iniziato a suonare il pianoforte e qual’è stata la molla che ti ha portato a rendere questa passione come la tua professione?

Ho iniziato suonare il pianoforte all’età di 10 anni, come molti, prendendo lezioni private. Da subito ho sentito che sarebbe stata una parte importante della mia vita. Dapprima la musica classica, poi il pop e il rock e a 15 anni è arrivato il jazz. Non mi definisco un jazzista, ma un pianista compositore che ama sperimentare all’interno di svariati generi musicali.

He Knows Everything -live

Retrouvez mon nouvel album « He Knows Everything » sur Qobuz en HI-res audio or Itunes. ⤵️http://hyperurl.co/HeKnowsEverythingAndrea BeccaroAnother Music Records

Uverejnil používateľ Andrea Manzoni Pondelok 30. apríl 2018

Sei italiano, vivi a Parigi e viaggi molto: quanto influisce tutto questo sulle tue composizioni?

Tantissimo. Viaggiare è un elemento fondamentale per un musicista. All’infuori dell’essere in tour, il viaggiare ti permette di scoprire nuove culture, nuovi mondi sonori. Questo ti dà gli stimoli per creare musica nuova. È sempre stato così, fin dal passato. I compositori classici viaggiavano e ricercavano per avere gli stimoli giusti e per poter progredire con il loro lavoro.

Gestisci una propria etichetta discografica. Cosa significa questa parte del tuo lavoro?

È un lavoro molto interessante che pensavo di iniziare da anni ma non mi ero mai sentito pronto. L’anno scorso mia moglie ed io abbiamo creato Another Music records (www.anothermusicrecords.com), un label e casa editrice che punta su giovani artisti determinati e di talento. Artisti che non trovano la possibilità di esprimersi in un mercato, quello discografico, da una parte in declino e dall’altra completamente saturo.

Another Music si occupa di sviluppare il potenziale dell’artista con strategie di comunicazione ed in più una parte della nostra struttura si occupa del sync licensing, cioè di piazzare la musica degli artisti che distribuiamo, all’interno dell’industria del cinema. Le royalties legate alle soundtrack sono diventate un elemento indispensabile per il sostentamento di un artista. Oggi tramite gli streaming, i download e le vendite dei pochi dischi non si guadagna molto.

Pink Sky…Yellow Lights…Blue Smoke…beautiful energy at the Reload Sound Festival. Thank you guys! ❤️

Uverejnil používateľ Andrea Manzoni Štvrtok 12. júl 2018

Quali sono i generi musicali che ami ascoltare, e chi in particolare?

Sono un completo divoratore di musica. Spazio dalla musica classica, da Monteverdi sino a John Cage passando per Mozart, Wagner, Stockhausen, e i grandi compositori della tradizione russa come Rachmaninov, Stravinsky, Shostakovic. Amo il jazz con il quale sono cresciuto da Miles al classico trio di Bill Evans, Oscar Peterson, Tatum, Monk ai più contemporanei The Bad Plus, EST trio, Brad Mehldau sino all’elettronica più radicale di Alva Noto, Jon Hopkins. Sarebbe infinita la lista. Amo la musica armena, in particolare Komitas, Berberian, Ganatchian e molti altri.

A Bratislava ti presenti con Viden Spassov e Andrea Beccaro. Dicci qualcosa di loro. 

Sono due musicisti strepitosi. con Andrea B. suono da ormai quasi 20 anni e con lui ho registrato 5 dischi. Si è formato al Musician Institute di L.A. in un periodo storico in cui era difficilissimo entrare a far parte di quella scuola e si è laureato con il massimo dei voti. È stato uno degli allievi con i voti più alti della storia dell’istituto. Ha suonato in tutto mondo con tanti artisti provenienti da generi musicali differenti. Uno su tutti è Popa Chubby con il quale ha registrato uno dei più begli album live della carriera del bluesman.

Viden è un giovane contrabbassista nato Sofia. È una new entry del trio e sono felice di portarlo a Bratislava perché è una giovane promessa del contrabbasso europeo. Unisce la tradizione solida del contrabbasso classico con l’improvvisazione jazz passando per la musica zingara della sua terra. Ha un’energia inarrestabile ed una forte presenza sul palco.

Salgo sull’ultimo treno ora dopo una giornata intensissima. Sono stanchissimo ma felice per tutte le belle cose che stanno succedendo con il mio lavoro di musicista e con Another Music Records. Lavorare assieme a belle persone, positive e che sono in grado di arricchirti l’animo. #musiclife#musician

Uverejnil používateľ Andrea Manzoni Streda 9. máj 2018

Essendo la prima volta che suoni in Slovacchia cosa ti aspetti dal concerto del 27 settembre all’Auditorium della Radio Nazionale di Bratislava?

Innanzi tutto sono felice di potermi esibire in una sala così prestigiosa e meravigliosa e per questo ringrazio l’Istituto di Cultura per avermi invitato. Non so cosa posso aspettarmi ma so che sarà un concerto speciale. Suoneremo tanta nuova musica davanti ad un pubblico che non sa troppo di noi. Questo è stimolante. Il nostro spettacolo ha l’energia del rock, la solidificazione della musica elettronica e la freschezza del jazz. Poter condividere la musica con il pubblico di Bratislava sarà un esperienza unica sicuramente!!

(A cura di IIC Bratislava)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.