Il governo a Svidnik: creati 600 posti di lavoro, altri 800 entro il 2020

Riunendosi a Svidnik, distretto sottosviluppato della regione di Presov, il consiglio dei ministri ha valutato lunedì il piano d’azione messo a punto dal governo nell’agosto 2016 per il rilancio dell’area. Il consiglio dei ministri ha approvato in quella sede anche un contributo straordinario di 1 milione duecentocinquantamila euro per il distretto.

In questi due anni, dice un documento approvato dai ministri, sono stati creati nel distretto oltre 600 nuovi posti di lavoro con il sostegno del fondo regionale speciale, del governo e dei fondi UE. Un risultato confortante, cui si dovrebbero aggiungere altri 800 posti di lavoro da qui al 2020, secondo quanto dichiarato dal primo ministro Peter Pellegrini (Smer-SD).

Il governo ha poi informato di stare negoziando con un investitore per un possibile sostegno di 430 mila euro a una produzione di borse da viaggio nell’area di Svidnik, che darebbe lavoro a 30 persone. Un’altra azienda con più di cento dipendenti che produce strutture per container ha poi fatto richiesta di un aiuto governativo per acquistare nuove attrezzature pesanti e ampliare la produzione.

Il piano d’azione del governo per il quadriennio 2016-2020 ha un bilancio complessivo di 63 milioni di euro, la metà dei quali dovrebbe venire da fondi strutturali dell’UE. Pellegrini ha detto che al momento so stati stipulati contratti per 29 milioni di euro di sostegni, e ha annunciato che la regione è pronta ad aumentare il proprio contributo con più fondi rispetto al previsto.

(La Redazione)

Foto vlada.gov.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.