Arrestato a Praga sospetto terrorista musulmano di nazionalità slovacca

La polizia ceca ha catturato, secondo quanto riportato dal sito di notizie iDnes.cz, un musulmano radicale di nazionalità slovacco, che deteneva nella sua abitazione prodotti chimici e manuali su come produrre una bomba. L’uomo, identificato come Dominik K., che dopo la conversione all’Islam tre anni fa aveva preso il nome di Abdul Rahman, è dunque il primo radicale islamico accusato di pianificazione di un atto terroristico nella Repubblica Ceca. Anche se la notizia è giunta sui media solo in questi giorni, la polizia lo ha catturato lo scorso anno dopo aver trovato che l’uomo aveva postato messaggi di natura sospetta su un social network, tra i quali fotografie con scritte come “L’Islam dominerà il mondo” o “Questo paese sarà nostro! E non sarà per tutti!”. Inoltre, l’uomo si vestiva con abiti militari e salutava con l’indice destro alzato, come di prassi nell’organizzazione terrorista dello Stato Islamico.

L’imputato sostiene che i prodotti chimici sarebbero stati utilizzati per la produzione casalinga di articoli pirotecnici, allo scopo di celebrare la notte di Capodanno, una versione che non convince gli agenti cechi dell’antiterrorismo. Le sostanze trovate, scrive iDnes.cz, servivano in realtà per la produzione di esplosivi, e poi come musulmano il reo non avrebbe avuto alcuna ragione di festeggiare il capodanno.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.